Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Iniezioni di staminali evitano trapianto


Malati di cuore hanno evitato il trapianto grazie a iniezioni di cellule staminali del midollo osseo nellorgano danneggiato.

Quattro malati di cuore hanno evitato il trapianto grazie a iniezioni di cellule staminali del midollo osseo nell'organo danneggiato. Dopo un anno dall'intervento i pazienti, affetti da grave scompenso cardiaco, sono stati esclusi dalla lista d'attesa. E' accaduto in Brasile, nell'ambito di uno studio condotto al Pro-Cardiaco Hospital di Rio de Janeiro e presentato al congresso dell'European Society of Cardiologi (Esc) di Monaco. ''Potevamo presentare questi risultati gia' un anno fa - ha spiegato ai giornalisti Hans Fernando Dohmann - ma avevamo un periodo di osservazione di soli sei mesi e abbiamo preferito aspettare''. Il dato, che fa sperare ''in un'alternativa concreta al trapianto'' ma che ''andra' confermato da ricerche piu' ampie'', riguarda un sottogruppo di cinque pazienti inseriti in un trial partito nel 2001 e condotto dall'ospedale brasiliano con la collaborazione della Federal University di Rio de Janeiro e del Texas Heart Institute di Houston.
La ricerca ha coinvolto complessivamente 21 soggetti ischemici per insufficienza cardiaca grave, impossibili da trattare con le comuni tecniche di rivascolarizzazione. Di questi, 14 sono stati sottoposti a iniezioni di staminali autologhe di midollo osseo nel miocardio, mentre gli altri sette sono serviti da gruppo controllo. ''Nei pazienti trattati, rispetto a quelli controllo, si e' osservata una riduzione del 71% nelle dimensioni del cuore, ingrossato dallo scompenso, con un miglioramento della funzione meccanica dell'organo'', ha riferito Dohmann. Ma il risultato piu' importante riguarda ''un sottogruppo di cinque malati tra i piu' gravi, gia' in lista d'attesa per trapianto. Quattro l'hanno evitato'', mentre il quinto e' morto di ictus dopo 11 mesi dall'iniezione di 'cellule madri'. Le analisi anatomopatologiche e gli esami immunoistochimici condotti sui suoi tessuti, e' convinto il ricercatore, forniranno indicazioni utili per scoprire il destino delle staminali iniettate. Intanto ''i nostri studi proseguiranno - ha annunciato Dohmann - Il prossimo arruolamento di pazienti e' previsto per l'inizio del 2005: saranno 60 malati in attesa di trapianto, di cui 30 di controllo e 30 che riceveranno iniezioni di staminali''.

Redazione MolecularLab.it (01/10/2004)
Pubblicato in Biotecnologie
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati
  • News.
  • Blog.
-
-

 
Disclaimer & Privacy Policy