Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Si sperimenta vaccino Alzheimer, primi test positivi


Un vaccino contro il morbo di Alzheimer. Non e ancora realta, ma lequipe del ricercatore Roger Nitsch dellUniversita di Zurigo ha avviato una sperimentazione in tal senso: I primi risultati sono

Un vaccino contro il morbo di Alzheimer. Non e' ancora realta', ma l'equipe del ricercatore Roger Nitsch dell'Universita' di Zurigo ha avviato una sperimentazione in tal senso: I primi risultati sono stati presentati durante il II Congresso internazionale sul cervello umano, organizzato a Roma dall'Irccs Fondazione Santa Lucia, e vengono definiti dagli esperti ''molto promettenti''. Nitsch ha sperimentato il nuovo vaccino insieme ad un gruppo internazionale. Il vaccino ha appunto l'obiettivo di impedire la formazione delle placche, che sono la causa delle morte neuronale, immunizzando il cervello dal deposito delle placche stesse. Il risultato, ad un anno, e' considerato piu' che positivo: nei pazienti vaccinati (gia' colpiti dalla malattia), infatti, si e' registrato un notevole rallentamento nella degenerazione dei processi cognitivi. In 20 pazienti su 24 del gruppo del ricercatore svizzero (l'intero studio internazionale comprende 298 pazienti) si e' inoltre registrato lo sviluppo di anticorpi contro le proteine beta-amiloidi mutate, responsabili della malattia, e un rallentamento significativo della patologia.
Tre pazienti del gruppo si sono pero' ammalati di encefalite e lo studio e' stato percio' interrotto.
''Stiamo ora studiando una nuova versione di immunizzazione - ha affermato Nitsch - perche' questa e' una strada promettente; Anzi - ha aggiunto - da qui nasce la speranza di poter prevenire la malattia, iniettando anticorpi specifici prima che la patologia si manifesti, in tutti quei casi in cui la causa dell'Alzheimer sembra essere genetica''.
Ma a nuovi approcci terapeutici per combattere questa malattia, che coinvolge milioni di persone nel mondo, stanno lavorando anche i ricercatori dello European Brain Research Institute (EBRI) di Roma, guidati da Antonino Cattaneo. Nuovi studi, ha spiegato l'esperto, ''ci hanno permesso di mettere a punto e sperimentare innovativi approcci terapeutici biotecnologici, basati sulla somministrazione per via intranasale del fattore di crescita nervoso NGF, il cui coinvolgimento nella malattia di Alzheimer, oltre che nello sviluppo del sistema nervoso - ha rilevato - e' un tema di interesse emergente''. Insomma, la strada per sconfiggere l'Alzheimer sembra ormai essere tracciata e per gli esperti e' solo una questione di tempo.
Il morbo di Alzheimer provoca la degenerazione progressiva del sistema nervoso centrale. All'inizio si presenta con un lieve deficit della memoria a breve termine e successivamente vengono coinvolte altre funzioni, come il linguaggio e la capacita' di orientarsi nello spazio e nel tempo. Le nuove tecniche molecolari e di 'imaging' (MRI e PET) hanno evidenziato una degenerazione dei neuroni che innervano alcune aree della corteccia crebrale, soprattutto quelle legate alla memoria. Le cause della malattia non sono ancora chiare. Nella maggior parte dei casi si pensa pero' alla presenza di piu' fattori, genetici e ambientali. Il morbo di Alzheimer colpisce 18 milioni di persone nel mondo, delle quali circa 600.000 in Italia e i casi, avvertono gli esperti, sembrano destinati a raddoppiare entro il 2025 per il progressivo invecchiamento della popolazione.

Fonte: Ansa (08/10/2004)
Pubblicato in Medicina e Salute
Tag: Alzheimer
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Dossier Aiuta la RicercaWorld Community Grid per aiutare la ricerca scientifica
Aiuta la ricerca scientifica!
Cancro, AIDS, SARS, malaria:
Il modo diretto e facile per lo sviluppo di nuove cure.
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy