Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

La Francia assegna 210 milioni di euro alle nanotecnologie


Nei prossimi tre anni, la Francia porterÓ da 30 a 70 milioni di euro il finanziamento alle nanoscienze e nanotecnologie, ha dichiarato il ministro nazionale della ricerca Franšois dAubert.

Nei prossimi tre anni, la Francia porterÓ da 30 a 70 milioni di euro il finanziamento alle nanoscienze e nanotecnologie, ha dichiarato il ministro nazionale della ricerca Franšois d'Aubert.

Intervenendo al lancio della nuova agenzia nazionale per la ricerca, che comincerÓ ufficialmente le sue attivitÓ in gennaio, d'Aubert ha spiegato che verrÓ fatto ogni sforzo possibile per mantenere la posizione francese di leader mondiale nelle nanotecnologie.

'Entro il 2010, alle aziende francesi si aprirÓ un mercato di varie centinaia di miliardi di euro, a condizione che il paese sia capace di anticipare questa rivoluzione tecnologica, preparare le scoperte a monte e trasformare i trial a valle, far lavorare in perfetta sinergia tutti gli attori del settore', ha detto d'Aubert.

Per arrivarvi, il primo programma dell'agenzia nazionale per la ricerca si concentrerÓ sulle nanoscienze e le nanotecnologie. Il Minatec, un nuovo centro per l'infinitamente piccolo, verrÓ costruito a Grenoble, che giÓ oggi Ŕ un polo do eccellenza per le microtecnologie che fornisce la maggior parte dei chip che equipaggiano i telefoni mobili francesi.

'Il nuovo programma non si proporrÓ di rivoluzionare la ricerca nel settore delle nanotecnologie, ma di riunire e amplificare gli sforzi in atto', ha precisato d'Aubert.
'Noto come R3N (Reseau national en nanosciences et en nanotechnologies, National Network in Nanosciences and Nanotechnologies), il programma genererÓ piattaforme scientifiche e tecnologiche (le cosiddette grandi centrali) per consentire di selezionare i migliori progetti accademici o tecnologici in partenariato tra istituti pubblici e aziende private', ha detto.

Attualmente la Francia si trova al quinto posto nel mondo per numero di pubblicazioni in nanoscienze, e seconda in Europa (dopo la Germania) per investimenti finanziari nel settore.

La Francia Ŕ stata anche il motore che ha dato vita a un ERA-NET a livello europeo e sta ora pensando alla nascita di un ERA-NET +, ha aggiunto d'Aubert.

R3N, ha spiegato d'Aubert, definirÓ le prioritÓ politiche per i tre principali settori scientifici e tecnologici interessati dalle nanotecnologie: nanobioscienze, nanomateriali e nanocomponenti elettronici. Inoltre, gli attuali istituti di ricerca aggiungeranno le loro forze al programma. Ad esempio, il CNRS (Centre national de la recherche scientifique) recluterÓ circa 75 ricercatori, tecnici e postdottori nell'area delle nanotecnologie, mentre la CEA (la commissione per l'energia atomica) aumenterÓ di 16 milioni di euro il bilancio per la ricerca nelle Nanotec 300 (tecnologie 300mm).

Per ulteriori dettagli sul programma nanoscienze-nanotecnologie (in francese):
http://www.recherche.gouv.fr/discours/2004/dnanotech.htm

Fonte: Cordis (22/12/2004)
Pubblicato in Analisi e Commenti
Tag: Francia, nanotecnologia, nano%
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy