Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Alzheimer, verso primo farmaco salva-memoria


E tutta italiana la sostanza candidata a diventare il primo farmaco salva-memoria capace di riparare i danni provocati dalla malattia di Alzheimer: si basa sul fattore di crescita delle cellule nervo

E' tutta italiana la sostanza candidata a diventare il primo farmaco salva-memoria capace di riparare i danni provocati dalla malattia di Alzheimer: si basa sul fattore di crescita delle cellule nervose (NGF) scoperto dal Nobel Rita Levi Montalcini e alla sua produzione come farmaco sta lavorando, sempre in Italia, una spin-off nata dalla Scuola superiore di studi avanzati (SISSA) di Trieste.
''Stiamo lavorando sulla produzione di NGF ricombinante umano'' ed entro due anni anni potrebbe essere possibile avere a disposizione una quantita' del farmaco utile per avviare una sperimentazione clinica, ha detto il ricercatore della SISSA Antonino Cattaneo, allievo di Rita Levi Montalcini, che oggi ha pubblicato sulla rivista dell'Accademia delle scienze degli Stati Uniti, PNAS, il primo studio che dimostra nei topi la possibilita' di somministrare l'NGF in modo non invasivo, per inalazione, in modo che dal naso raggiunga direttamente il cervello. La ricerca e' stata finanziata da Telethon nell'ambito del progetto su strategie terapeutiche non invasive per l'Alzheimer, il cui titolare e' Nicoletta Berardi, dell'Istituto di Neuroscienze del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) di Pisa.
- TOPI MALATI RICORDANO DI NUOVO: somministrare l'NGF per via nasale si e' dimostrata una soluzione efficace, visto che nei topi utilizzati come modello della malattia di Alzheimer ''l'NGF ha migliorato le condizioni di sopravvivenza delle cellule'', ha detto la ricercatrice Simona Capsoni, che ha partecipato allo studio.
Dopo avere inalato la sostanza a base di NGF i topi malati hanno ritrovato la memoria, riuscendo a ricordare oggetti a loro familiari. Dal naso l'NGF ha raggiunto il cervello, innescando un processo che ha migliorato la qualita' delle cellule e che gradualmente ha fatto regredire tutti i segni della malattia. ''Questo lavoro mostra ora che a regredire non e' solo la degenerazione delle cellule nervose, ma anche alcuni sintomi di deficit comportamentali e cognitivi'', ha osservato Nicoletta Berardi.
- INALARE NGF: si risolve il grande problema della somministrazione del fattore di crescita. Che l'NGF avesse effetti positivi sui malati di Alzheimer era noto da tempo, ma il problema era far penetrare questa sostanza nel cervello attraverso la barriera emato-encefalica. Di conseguenza tutte le strade finora tentare erano molto invasive perche' puntavano a somministrare il fattore di crescita direttamente nel cervello. ''Adesso abbiamo dimostrato che e' possibile una via di somministrazione meno invasiva'', ha detto Cattaneo, da poco diventato condirettore dell'Istituto europeo per le ricerche sul cervello (EBRI) voluto da Rita Levi Montalcini.
- VERSO FARMACO SALVA-MEMORIA: ''Aver dimostrato che una proteina come l'NGF puo' arrivare in dosi terapeuticamente utili fino al cervello - ha aggiunto - apre la prospettiva di poter utilizzare in futuro questa sostanza come potenziale farmaco''. Diventa cioe' possibile sviluppare il primo farmaco basato sull'NGF: una conquista scientifica italiana promette cosi' di ''colmare una lacuna'' sul piano industriale. ''Si tratta di una grande opportunita' per l'industria biotecnologica italiana'', ha osservato Cattaneo. E sviluppare un farmaco basato sull'NGF e somministrabile per inalazione e' uno degli obiettivi cui sta lavorando la societa' nata dalla SISSA, chiamata Lay-Line Genomics. ''Si tratta di uno sviluppo che necessita di molti capitali - ha concluso Cattaneo - ma contiamo di poter avere, fra 18 e 24 mesi a partire da ora, una proteina ricombinante ben caratterizzata per poter avviare lo studio clinico''.

Fonte: Ansa (22/02/2005)
Pubblicato in Medicina e Salute
Tag: NGF, EBRI, Montalcini, Alzheimer, SISSA, memoria
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Dossier Aiuta la RicercaWorld Community Grid per aiutare la ricerca scientifica
Aiuta la ricerca scientifica!
Cancro, AIDS, SARS, malaria:
Il modo diretto e facile per lo sviluppo di nuove cure.
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy