Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Isolare le staminali dal sangue


La procedura consente di estrarre cellule staminali di qualitÓ embrionale

bloodcellsIl 12 aprile, durante la conferenza Physics 2005 dell'Institute of Physics di Londra, Ŕ stato annunciato un importante traguardo per la ricerca sulle cellule staminali: un nuovo strumento che potrebbe consentire agli scienziati di raccogliere cellule staminali in maniera etica e sicura.
Josef Kńs e Jochen Guck dell'UniversitÓ di Lipsia, in Germania, hanno sviluppato una procedura che per la prima volta pu˛ estrarre e isolare cellule staminali di qualitÓ embrionale dal sangue adulto. La nuova tecnica potrebbe aprire la strada a un boom nella ricerca medica su queste cellule.
Le staminali sono cellule che non si sono ancora differenziate in tessuti specializzati come la pelle, il cervello o i muscoli.
Da esse pu˛ nascere un nuovo tipo di medicina rigenerativa, in grado di riparare ogni danno che sembra permanente, come le malattie cardiache o il morbo di Parkinson. Le cellule devono essere attualmente estratte da feti umani abortiti, un approccio che suscita controversie e opposizioni in molte parti del mondo. Ogni possibile fonte alternativa sarebbe la benvenuta.
Da tempo gli scienziati sanno che le cellule staminali esistono per un certo periodo nel sangue umano adulto e in determinati altri tessuti. Tuttavia, l'unico metodo affidabile per separarle richiede di marcarle con una tintura chimica che le rende inutili a scopi medici. Per decidere se si tratta o meno di una cellula staminale, la tecnica del professor Kńs sfrutta per la prima volta una caratteristica fisica di ogni cellula, la sua elasticitÓ, anzichÚ il suo corredo biologico. Le staminali, infatti, non hanno bisogno di un "citoscheletro" rigido per mantenere la propria forma, e dunque sono pi¨ elastiche delle normali cellule.
La macchina di Kńs e Guck usa un potente fascio laser di luce infrarossa per allungare e misurare le cellule una a una. Questo "tenditore ottico" differisce dalle pinze ottiche, un altro strumento nel quale la luce viene focalizzata in un punto per tenere ferma una cellula. Il tenditore ottico, invece, sfrutta luce non focalizzata per poter usare fasci laser abbastanza forti da allungare le cellule senza ucciderle.

Fonte: Le Scienze (18/04/2005)
Pubblicato in Biochimica e Biologia Cellulare
Tag: sangue, estrarre, staminali
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy