Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Relazione lancia duro allarme sulla perdita di biodiversitÓ


Una relazione elaborata con il contributo di oltre 1.300 scienziati di pi¨ di 90 paesi lancia lallarme affermando che la biodiversitÓ si sta estinguendo a un ritmo tale da rappresentare ormai una pes

Una relazione elaborata con il contributo di oltre 1.300 scienziati di pi¨ di 90 paesi lancia l'allarme affermando che la biodiversitÓ si sta estinguendo a un ritmo tale da rappresentare ormai una pesante minaccia per l'umanitÓ.
Dall'ultima di una serie di relazioni del Millennium Ecosystem Assessment (MA), "Ecosystems and human wellbeing: the biodiversity synthesis report", emerge che le riserve di pesce globali sono diminuite del 90 per cento dall'avvento della pesca industriale. Inoltre, secondo la relazione sono minacciati di estinzione un terzo degli anfibi, oltre un quinto dei mammiferi e un quarto delle conifere del mondo.
I cambiamenti in termini di biodiversitÓ causati dalle attivitÓ umane sono stati pi¨ rapidi negli ultimi 50 anni che in qualsiasi altra epoca della storia umana, aggiunge il documento.
"La nuova relazione dell'MA sottolinea che anzichÚ premere sul freno, il mondo continua a spingere sull'acceleratore, mettendoci tutti in rotta di collisione con un destino tutt'altro che roseo", ha risposto Klaus T÷pfer, direttore esecutivo del programma delle Nazioni Unite per l'ambiente.
"Se queste paludi, foreste, fiumi e barriere coralline fossero fabbriche, gallerie d'arte, universitÓ e strutture simili, danneggiarli come stiamo facendo noi sarebbe considerato un atto di palese vandalismo o un incendio doloso.
Eppure la nostra condotta imprudente non si ferma qui", ha aggiunto Klaus T÷pfer.
La perdita di questi ambienti potrebbe anche generare difficoltÓ economiche per alcune popolazioni, si legge nella relazione. Il documento sottolinea, per esempio, che un ettaro incontaminato di mangrovie in un paese come la Tailandia vale pi¨ di 1.000 dollari statunitensi (792 euro). Se convertito in terreno destinato all'agricoltura intensiva, il valore precipita a circa 200 dollari americani (158 euro) per ettaro.
Secondo il direttore dell'MA Walter Reid, i messaggi contenuti nell'ultima relazione non sono tuttavia tutti scoraggianti. La relazione "rileva che esistono giÓ strumenti di gestione, politiche e tecnologie in grado di rallentare significativamente tale perdita", ha dichiarato.

Fonte: Cordis (24/05/2005)
Pubblicato in Ecologia e Ambiente
Tag: biodiversitÓ
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy