Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Scoperto 'mistero' della morte improvvisa nel sonno


Ricercatori Usa svelano il mistero delle morti improvvise nel sonno. Una massiccia perdita di cellule nellarea del cervello che controlla la respirazione, infatti, scatenerebbe una condizione nota com

Ricercatori Usa svelano il mistero delle morti improvvise nel sonno. Una massiccia perdita di cellule nellarea del cervello che controlla la respirazione, infatti, scatenerebbe una condizione nota come apnea notturna centrale. Un fenomeno che causa risvegli improvvisi, sonno agitato e stanchezza durante il giorno, ma che in alcuni casi puo rivelarsi fatale.
Secondo i ricercatori dellUniversity of California a Los Angeles, infatti, larea del cervello che controlla il respiro e allorigine del fenomeno, che sarebbe responsabile di molti decessi fra gli anziani, erroneamente attribuite ad arresto cardiaco. I ricercatori hanno messo sotto la lente una regione del cervello battezzata prebotC, e ritenuta il punto di comando della respirazione nei mammiferi. Cosi hanno individuato un piccolo gruppo di cellule, responsabile dei comandi che permettono al corpo di respirare.
Dopodiche gli studiosi hanno iniettato in alcuni ratti un composto killer, che ha ucciso piu della meta di queste cellule, monitorando poi le caratteristiche della respirazione degli animali. Quando i ratti entravano nella fase Rem del sonno (quella in cui si sogna), allimprovviso smettevano di respirare, e dovevano essere svegliati per tornare a farlo. Nel tempo, poi, le apnee diventavano piu lunghe e si manifestavano anche in altre fasi del sonno, fino a colpire i ratti da svegli. Se questi animali possiedono 600 cellule specializzate del tipo in questione, secondo gli studiosi, luomo ne ha poche migliaia, che si perdono lentamente nel corso della vita. Pensiamo che il nostro cervello - spiega alla Bbc online Jack Feldman, responsabile dello studio dellUcla pubblicato su Nature Neuroscience - possa compensare una perdita fino al 60% delle cellule prebotC. Ma un deficit massiccio puo arrivare a causare le improvvise interruzioni della respirazione durante il sonno. Insomma, via via che perdiamo queste cellule, diventiamo piu vulnerabili allapnea centrale notturna.
Secondo i ricercatori dellUcla, i piu a rischio sono gli anziani, con cuore e polmoni piu fragili a causa delleta. Non solo, ma il problema potrebbe colpire anche chi soffre di malattie neurodegenerative, come il Parkinson. Spesso questi pazienti hanno difficolta a respirare durante il sonno. Ora gli studiosi puntano a fare chiarezza sul legame fra questo fenomeno e le malattie neurodegenerative.

Fonte: AdnKronos (09/08/2005)
Pubblicato in Medicina e Salute
Tag: sonno, morte improvvisa
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Neuroni Specchio
Evento: Science & You
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy