Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Scoperta l’origine dell’aterosclerosi


Due scienziati veronesi sostengono che è di natura virale. Oggi presentano la ricerca

L’aterosclerosi ha origine virale. Lo hanno scoperto due professori universitari dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Verona che oggi presenteranno ai giornalisti il risultato del loro lavoro. La ricerca è stata condotta dai professori Roberto Corrocher e Claudio Lunardi della Medicina interna B e dal professor Antonio Puccetti del gruppo genovese dell’istituto Gaslini che ha collaborato con gli scienziati veronesi. All’incontro parteciperanno il rettore dell’Università di Verona Elio Mosele e il direttore generale dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria Valerio Alberti. La ricerca è durata circa 3 anni ed è stata finanziata dal ministero dell’Università, dalla Fondazione Cariverona e dalla Regione Veneto. I risultati sono stati pubblicati nell’ultimo numero della prestigiosa rivista scientifica The Lancet e dimostrano che all’origine dell’aterosclerosi, prima causa di morbilità, disabilità e mortalità nel mondo, può esservi un’infezione virale.
Questo risultato apre la via a nuove, inattese, possibilità di prevenzione e cura della patologia. E non è escluso che in futuro sarà possibile vaccinarsi contro l’aterosclerosi.
La malattia è strettamente connessa alla cosiddetta civiltà del benessere. In pratica, un indurimento delle arterie provoca alterazioni alla membrana di cellule che riveste le pareti dei vasi sanguigni. L’indurimento avviene nella prima fase con la deposizione di colesterolo. In seguito, nascono nuove cellule chiamate «macrofagi» sulle quali si forma una stratificazione di calcio.
Così, il rivestimento delle arterie si arricchisce di una placca che stringe il vaso sanguigno. E lo stesso sangue le attraversa in quantità ridotta, alimentando sempre di meno organi e tessuti.
Tra i problemi medici più complessi ci sono la rottura della placca, la formazione di trombi che possono occludere l’arteria. Studi medici finora condotti hanno evidenziato che l’indurimento delle arterie inizia intorno ai vent’anni. Ma è oltre i cinquant’anni che sono più frequenti patologie serie che provocano angina, infarto, ictus, ischemia cerebrale, insufficienza renale, e in alcuni casi disturbi della vista. Sul piano della prevenzione i medici consigliano di evitare eccessi di formazione di colesterolo nel sangue attraverso diete controllate.

Fonte: L'Arena (16/12/2003)
Pubblicato in Medicina e Salute
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della Società Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Neuroni Specchio
Evento: Science & You
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research


Correlati
  • News.
  • Blog.
-
-

 
Disclaimer & Privacy Policy