Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Nuovo test per tbc latente


Una ricerca effettuata dal Policlinico di Modena, e diretta dal professor Leonardo Fabbri, ha dimostrato per la prima volta nel mondo lutilita delluso clinico di un nuovo test per la diagnosi dell

Una ricerca effettuata dal Policlinico di Modena, e diretta dal professor Leonardo Fabbri, ha dimostrato per la prima volta nel mondo l'utilita' dell'uso clinico di un nuovo test per la diagnosi dell'infezione tubercolare latente, il QuantiFERON-TB Gold che, a differenza del tradizionale test di Mantoux (la tubercolina), si basa sull'identificazione di una molecola (l'interferone gamma) prodotta solo dai linfociti di soggetti infetti.
Lo studio, coordinato dal professor Luca Richeldi, e' stato condotto in collaborazione con il Laboratorio di Microbiologia e Virologia diretto dal dottor Claudio Rumpianesi, la Pediatria diretta dalla professoressa Fiorella Balli e la Direzione sanitaria. I risultati sono stati pubblicati sul numero di settembre della rivista 'American Journal of Respiratory and Critical Care Medicine', e sono anche consultabili on-line all' indirizzo http://ajrccm.atsjournals.org/.
La tubercolosi e' tornata ad essere un problema globale nei Paesi occidentali, a causa sia dei flussi migratori provenienti dai Paesi in via di sviluppo, sia dell'aumento delle terapie immunodepressive.
Molto pericolosa, perche' di diagnosi difficile, e' l'infezione tubercolare latente legata, cioe', a una condizione di quiescenza del microbatterio tubercolare che puo' successivamente svilupparsi causando la malattia attiva. Lo studio modenese ha valutato oltre 300 pazienti, confrontando i risultati dei test QuantiFERON-TB e Mantoux per otto mesi. I risultati sono poi stati messi in relazione con la diagnosi clinica definitiva ed i dati microbiologici. La concordanza tra i risultati dei due test e' risultata molto elevata. Nel complesso, pero', il QuantiFERON-TB e' risultato essere piu' attendibile della tubercolina che - basandosi sull'iniezione nella cute di materiale derivato dal microbatterio tubercolare - puo' dare risultati falsamente negativi in persone con sistema immunitario non competente, come i neonati, e falsamente positivi in soggetti vaccinati con Bcg (quasi un quinto della casistica), che rischiano cosi' profilassi farmacologiche inutili e potenzialmente dannose. Infine il nuovo test, misurando la risposta del sistema immunitario, permette, pur con alcune limitazioni, di identificare l'infezione anche nei pazienti immunocompromessi, quelli piu' a rischio di complicanze infettive.
Partendo dai risultati dello studio, i ricercatori del Policlinico sono gia' al lavoro per valutare le ulteriori potenzialita' del nuovo test. I risultati saranno discussi, a gennaio 2006, in un Convegno internazionale che si terra' al Policlinico modenese.

Fonte: Ansa (02/09/2005)
Pubblicato in Medicina e Salute
Tag: TBC, tubercolosi, QuantiFERON, Mantoux, tubercolina, interferone
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy