Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Rilevate mutazioni nel virus H5N1

Virus H5N1


Il ceppo letale sta mutando verso una forma più adattabile all'uomo

Uno dei due virus riscontrati in due casi mortali di influenza aviaria in Turchia, ha mostrato mutazioni analoghe a quelle dei virus delle recenti epidemie influenzali di Hong Kong e del Vietnam: l'annuncio della scoperta viene dagli scienziati britannici del Medical Research Council e dell'Organizzazione mondiale della sanità, le cui analisi indicano che il ceppo H5N1, letale anche per l'uomo, sta mutando verso una forma più adattabile agli esseri umani.
Le mutazioni rivelate dalla ricerca riguardano una proteina che si lega ai recettori sulla superficie delle cellule, come le mutazioni già note nei virus dell'epidemia dell'influenza Hong Kong, nel 2003, e dell'influenza Vietnam del 2005.
I ricercatori tengono tuttavia a sottolineare che le piccole mutazioni rilevate nei virus non sono sufficienti ancora a rendere pericolosi i virus in questione, tanto da avviare una pandemia fra le popolazioni umane.
Intanto arriva la conferma che la bambina di 11 anni morta il 6 gennaio scorso in un ospedale di Van, nella Turchia orientale, era stata colpita dall'influenza aviaria. Le analisi sul corpo della piccola hanno confermato le ipotesi di contagio. Si tratta del terzo decesso per aviaria riconosciuto ufficialmente dalle istituzioni turche. L'annuncio è stato dato oggi tramite un comunicato del centro di crisi del ministero dell'Agricoltura.
Le altre due vittime del virus erano stati i fratelli della bambina, di età compresa tra i 14 e i 15 anni. Assieme alla comunicazione del terzo decesso le autorità turche hanno anche diffuso la notizia di due nuovi casi d'infezione umana con virus H5N1.
Il ministro dell'Agricoltura Mehdi Eker inoltre fa sapere che in 11 delle 81 province della Turchia è stata accertata nel pollame l'influenza aviaria, mentre si sospetta che volatili di altre 14 province possano avere contratto il virus. L'H5N1 è stato riscontrato sia tra gli uccelli selvatici che all'interno degli allevamenti. E intanto i risultati dei nuovi test portano a 18 il numero di persone infettate dal virus in Turchia, compresi i tre bambini che sono morti.

Fonte: LaRepubblica (13/01/2006)
Pubblicato in Medicina e Salute
Tag: H5N1
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della Società Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Neuroni Specchio
Evento: Science & You
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy