Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Vaccini come anti tumore

Cellula cancerosa


I vaccini antivirali hanno il potenziale per prevenire un caso di tumore su dieci nel Regno Unito, e fino a uno su 4 nei paesi in via di sviluppo . E' cio' che afferma uno studio condotto al C

I vaccini antivirali hanno il potenziale per prevenire un caso di tumore su dieci nel Regno Unito, e fino a uno su 4 nei paesi in via di sviluppo . E' cio' che afferma uno studio condotto al Cancer Research inglese che ha stimato in oltre 1,8 milioni i nuovi casi di tumori associati a infezioni virali ogni anno nel mondo. In particolare si tratta del cancro alla cervice uterina e al fegato, per i quali esistono gia' dei vaccini, oltre al cancro allo stomaco, le leucemia, i linfomi e il carcinoma naso-faringeo, per i quali, invece, non sono ancora stati sviluppati dei vaccini efficaci.
Il rapporto precisa che solo una ristretta percentuale nella popolazione sviluppa effettivamente un tumore in seguito all'infezione, ma allo stesso tempo esorta allo sviluppo di nuovi vaccini per contrastare le neoplasie.
Sarebbero infatti il 18%, nel Regno Unito, i nuovi casi di cancro legati a infezioni virali. Alan Rickinson, dell'University di Birmingham, ha sottolineato che ''studiare l'associazione tra agenti infettivi e cancro nell'uomo e' estremamente importante perche', in questi casi, l'infezione rappresenta un legame definito nella cascata di eventi che provoca lo sviluppo del tumore''. Oltre al vaccino per l'epatite B, associato al cancro al fegato, e' gia' pronto quello per il papilloma virus HPV, responsabile della gran parte dei tumori al collo dell'utero. L'attesa delle compagnie farmaceutiche e' molto alta rispetto a questo vaccino che potrebbe prevenire circa il 70% dei nuovi casi di tumori alla cervice. Ma alcuni esperti mantengono qualche riserva, soprattutto sull'efficacia a lungo termine del vaccino. ''Non sappiamo quanto duri l'immunita' al virus HPV - dice Anne Szarewski, consulente clinico presso il Cancer Research - il periodo piu' lungo e' di 4 anni'', dato che, spiega l'esperta, emerge dalle sperimentazioni cliniche. Jonh Toy, direttore medico del Cancer Research avvisa che i tumori non si possono prevenire come un'influenza, ma aggiunge che ''se oggi e' possibile vaccinarsi contro alcune malattie infettive, presto dovremo essere in grado di vaccinarsi contro alcune forme di cancro''.

Fonte: AdnKronos (14/03/2006)
Pubblicato in Medicina e Salute
Tag: vaccino
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy