Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Farmaci contro in morbo di Huntington

Analisi PET su cervello Parkinsoniano


Nella ricerca sono stati utilizzati neuroni di topi ingnegnerizzati geneticamente

Un test che utilizza cellule in coltura fornisce un metodo efficace per analizzare i farmaci contro il morbo di Huntington e mostra come due composti - la memantina e il riluzolo – siano i più efficaci nel mantenere vive le cellule nelle condizioni che imitano la patologia. Il risultato è riportato in uno studio pubblicato sulla rivista "Neuroscience Letters".
"Questi farmaci – ha spiegato Ilya Bezprozvanny, professore associato di fisiologia della UT Southwestern Medical Center e coautore dello studio – sono stati testati in un'ampia gamma di modelli del morbo di Huntington. "Per alcuni di questi farmaci sono stati ottenuti risultati contrastanti da diversi gruppi di ricerca, ma è impossibile capire dove si originino le differenze poiché gli studi non sono stati condotti in parallelo.
Noi invece abbiamo testato in modo sistematico e quantitativo i farmaci clinicamente rilevanti fianco a fianco nello stesso modello del morbo di Huntington."
Il morbo di Huntington, com'è noto, è un una patologia genetica che si manifesta nell'età adulta che comporta la morte di alcune cellule cerebrali. Si manifesta con la comparsa di movimenti incontrollati, disturbi emotivi e la perdita di capacità intellettive. Finora non sono state individuate cure ma vengono utilizzati diversi farmaci per alleviarne i sintomi e rallentarne il decorso.
Bezprozvanny e il suo gruppo avevano dimostrato in precedenza come i neuroni striati di un paziente affetto dalla patologia siano ipersensibili al glutammato. In quest'ultimo studio i ricercatori hanno messo in coltura neuroni spinali di topi geneticamente ingegnerizzati per esprimere il gene umano mutato che procura il morbo di Huntington. Come previsto il glutammato ha ucciso i neuroni colpiti dal morbo, dando così la possibilità di testare cinque inibitori del glutammato per verificarne la capacita protettiva: acido folico, gabapentina e lamotrigina, memantina e riluzolo.
"I nostri risultati indicano che la memantina è la più promettente, stando alla sua efficacia in vitro. Ovviamente occorreranno studi in vivo per verificare questi risultati."

Fonte: Le Scienze (05/11/2006)
Pubblicato in Medicina e Salute
Tag: Huntington
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della Società Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Neuroni Specchio
Evento: Science & You
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy