Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Ru486: verso l'approvazione

Carl Djerassi, inventore della pillola


E' caduto l'ultimo ostacolo. Da Novembre l'aborto farmacologico potra' essere una pratica di routine anche in Italia. Superata la fase della sperimentazione , le risse politiche, i dub

E' caduto l'ultimo ostacolo. Da Novembre l'aborto farmacologico potra' essere una pratica di routine anche in Italia. Superata la fase della sperimentazione , le risse politiche, i dubbi dei comitati etici , gli stop della magistratura e tutti gli altri anatemi, il prossimo autunno la pillola Ru 486 sara' disponibile in tutti gli ospedali come qualsiasi altro farmaco. Lo ha annunciato con entusiasmo l' associazione per i diritti dei consumatori (Aduc) .
La svolta e' stata raggiunta in questo modo: Il Comitato per le specialita' medicinali dell'Emea , L'Agenzia europea del farmaco , ha dato il via libera all'antiprogestinico Mifegyne( mifepristone) prodotto dai Laboratoires Exelgyn. Entro il 6 Giugno la Commissione europea adottera' questo parere, entro Settembre la Exelgyn presentera' domanda di mutuo riconoscimento al Ministero della Salute Italiana che lo dovra' concedere al massimo a Novembre.
A quel punto, spiegano all'Aduc visto che c'e' gia' la disponibilita' di un distributore italiano , la Ru486 sara' commercializzata anche nel nostro paese.
Strano paese, appunto.
Potranno , verosimilmente, capitare 2 cose. O qualcuno mettera' in commercio il farmaco oppure gli ospedali potranno ordinarlo direttamente al distributore francese senza alcuna restrizione.

A livello politico i pareri sono fortemente contrastanti.
Luana Zanella, vicepresidente dei deputati Verdi, afferma come se usata in modo corretto la Ru486 non e' pericolosa per la salute delle donne.
Dello stesso parere anche molti ginecologi.

Di diverso parere il cattolico Luca Volonte' , capogruppo UDC alla Camera, che chiede di scongiurare la facile distribuzione di un farmaco non a caso chiamato " Kill pill"che provoca circa un decesso al mese nel mondo.

La pillola abortiva agisce sui recettori del progesterone , l'ormone fondamentale per la sopravvivenza dell'embrione.
La Ru 486 va presa entro il 49 giorno di gravidanza . Gli effetti raggiungono direttamente l'embrione.
La pillola provoca l'epulsione dell'embrione senza l'intervento chirurgico.
Fin ad oggi la Ru 486 e' stata utilizzata all'ospedale Sant'Anna di Torino all'interno di una sperimentazione su un dosaggio ridotto. E' stata utilizzata anche in altri ospedali dove si ordinano confezioni del farmaco in base al nominativo della paziente.

Redazione MolecularLab.it (23/05/2007)
Pubblicato in Medicina e Salute
Tag: Ru486, aborto, pillola
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy