Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Riforma universitaria: le reazioni

Ministro Gelmini


Se da parte degli studenti vi è un secco NO, e da parte di Gasparri viene l'invito a frenare Tremonti e Confindustria di dichiarano soddisfatti per la riforma al vaglio

Mentre è al vaglio del parlamento la nuova riforma universitaria, non si fan attendere le voci di dissenso.
L'Unione degli universitari è scesa subito in campo contro la riforma degli atenei, mentre in diverse città universitarie sono già in atto presìdi informativi per gli studenti e la cittadinanza. Per il 6 novembre è stata inoltre organizzata una manifestazione a Roma per dire "no alle riforme a costo zero".
Il sindacato studentesco ritiene che la riforma porterebbe a "consegnare ai privati il diritto allo studio" e critica lo strumento della delega legislativa "che lascia carta bianca al governo di legiferare senza nessuna forma di consultazione con chi l'università la vive quotidianamente: studenti, docenti e personale".
UdU dichiara "E' inaccettabile l'istituzione di un fondo per il merito che ha l'obiettivo di assegnare borse di studio e buoni agli studenti più meritevoli attraverso un test per misurare le loro capacità, senza tenere in considerazione le condizioni sociali, spesso drammatiche, degli studenti e delle loro famiglie"
Per manifestare l'UdU ha già occupato i rettorati di Parma e Palermo e lo studentato a Catania mentre in otto città italiane si sono svolti sit-in davanti alle prefetture, il tutto in preparazione della grande manifestazione di Roma del 6 novembre.
Ad avere dubbi sulla riforma è anche il presidente dei senatori del Pdl, Maurizio Gasparri, che dichiara "Restano delle perplessità che in sede parlamentare sarà nostro dovere chiarire.
Personalmente ritengo sbagliato far eleggere il presidente del Consiglio di amministrazione dai componenti stessi piuttosto che dal rettore" ma per dare un colpo al cerchio e uno alla botte continua "resta la soddisfazione per la fine di uno stallo e per l'impegno di rilanciare il nostro sistema universitario per recuperarne l'eccellenza".
Tra le voci a favore si distinguono quella di Tremonti, che dichiara "Mariastella Gelmini ha fatto un lavoro complesso. Quella dell'università è una grande riforma", e quella di Confindustria che tramite il vicepresidente Gianfelice Rocca esprime soddisfazione dicendo "Al centro del provvedimento c'è il tentativo di liberare il nostro sistema universitario da modelli organizzativi inefficienti, da vincoli burocratici e da abitudini corporative. Le nuove regole potranno migliorare la gestione finanziaria degli atenei, consentire alle nostre università di attrarre docenti e ricercatori validi e di raggiungere più elevati livelli di autogoverno e qualità scientifica e didattica".

Redazione MolecularLab.it (29/10/2009)
Pubblicato in Analisi e Commenti
Tag: riforma universitaria, Gelmini
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy