Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Un dispositivo esterno senza fili per il monitoraggio delle aritmie


Impiantato alla Cardiologia universitaria di Catanzaro, l'obiettivo è quello di monitorare il paziente aritmico con tecnologia wireless diminuendo il periodo di ricovero ospedaliero


E' stato impiantato per la prima volta in Calabria presso la Cardiologia dell'Università Magna Graecia di Catanzaro, diretta dal Professor Ciro Indolfi, un dispositivo esterno da applicare sulla cute per il monitoraggio dei pazienti con aritmie, sfruttando la tecnologia wireless.
L'obiettivo significativo è quello di seguire l'evolversi del quadro clinico del paziente direttamente da casa, diminuendo dunque il periodo di ricovero ospedaliero, grazie ai vantaggi offerti dall'uso dei dispositivi di trasmissione senza fili.
"Il sistema - ha spiegato il Professor Indolfi - monitora automaticamente 24 ore su 24 ecocardiogramma e frequenza attraverso un dispositivo indossabile aderente da applicare nella regione prepettorale, vicino allo sterno".
La filosofia del dispositivo è quella di monitorare il paziente lasciando a questi la possibilità di svolgere le sue attività quotidiane nell'assoluta tranquillità.
Il sistema può essere utilizzato per esaminare i pazienti con sintomi che potrebbero essere causati da aritmia cardiaca nota e non nota, quale dolore toracico, perdita di coscienza, capogiro o parziale perdita di coscienza, vertigini, stordimento, caduta, palpitazioni, episodi
transitori di ischemia, dispnea; per valutare possibili aritmie in pazienti in fase di guarigione dopo un intervento chirurgico cardiovascolare o toracico,pazienti post infarto miocardico, pazienti con disturbo respiratorio del sonno; per valutare i benefici dopo l'inizio o l'interruzione dell'assunzione di una terapia farmacologica antiaritmica.
"Tale tecnologia - ha concluso il Professor Indolfi - è sicuramente un valido ausilio nella tempestiva diagnosi di sindromi aritmiche; inoltre consentendo il monitoraggio dei pazienti in regime non ospedaliero, permette di ottenere informazioni notevoli, sia per le aritmie, sia per il controllo dei farmaci sulle stesse".

Redazione MolecularLab.it (20/09/2010)
Pubblicato in Medicina e Salute
Tag: aritmie, cuore, ecocardiogramma
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy