Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Farmaco anti-Aids efficace contro gli Herpes virus

Struttura virus HIV


Il raltegravir, usato nella terapia anti-Aids, inibisce la riproduzione degli Herpes virus agendo su una proteina comune a tutta la famiglia Herpesviridae e assente nell'uomo

Sulla rivista Pnas è stata pubblicata una ricerca condotta dai ricercatori dell'IRB (Istituto di ricerca in biomedicina) di Barcellona (Spagna) sull'utilizzo del raltegravir. L'uso di questo farmaco, venduto con il nome "Isentress" dall'azienda farmaceutica Merck e utilizzato nella cura dell'Aids (Sindrome da Immunodeficienza Acquisita), potrebbe essere esteso anche alla cura degli herpes virus. Il coordinatore del programma Biologia strutturale e computazionale dell'IRB, Miquel Coll ha spiegato: "Grazie a questo studio, eseguito sul HCMV (citomegalovirus umano), i ricercatori hanno avuto le prove che la riproduzione di un tipo di herpes virus può essere inibita da questo farmaco. Questo nuovo utilizzo potrà apportare molte novità. Poiché la proteina virale che viene colpita dal farmaco è presente in tutta la famiglia Herpesviridae, ma non si riscontra nell'uomo, si potrebbe ottenere una cura altamente specifica, evitando gli effetti collaterali causati dalla somministrazione di altr
i farmaci.
Inoltre, se somministrato a concentrazioni terapeutiche, l'inibitore non è tossico per gli esseri umani in quanto si trova già sul mercato e i test di tossicità sono facilitati".La famiglia Herpesviridae comprende molti virus patogeni: il virus della varicella (herpes simplex 1 e 2), il virus della sesta malattia, l'Epstein-Barr virus, l'herpes virus associato al sarcoma di Kaposi e il citomegalovirus umano (HCMV). Quest'ultimo, è un virus opportunistico che agisce in soggetti che presentano un deficit del sistema immunitario, come malati di Aids o di cancro, e che può provocare difetti al sistema nervoso centrale, mononucleosi, e retiniti.L'herpes virus, per potersi riprodurre, si introduce all'interno di una cellula e ne sfrutta i suoi macchinari per creare una copia del DNA in una singola catena; successivamente interviene la terminasi, complesso proteico formato da tre subunità, che divide la copia di DNA in piccoli frammenti, li inserisce in capsidi vuoti permettendo
loro di abbandonare la cellula ospite e di continuare l'infezione. Oggetto dello studio è stata proprio la struttura tridimensionale della terminasi. I ricercatori, finanziati in parte dal progetto europeo "Spine2-Complexes", hanno collaborato insieme al francese EMBL (Laboratorio europeo di biologia molecolare) ed hanno utilizzato una moderna tecnica di espressione proteica.

Redazione MolecularLab.it (15/10/2010)
Pubblicato in Medicina e Salute
Tag: HCMV, raltegravir, Herpes, citomegalovirus, aids
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Dossier Aiuta la RicercaWorld Community Grid per aiutare la ricerca scientifica
Aiuta la ricerca scientifica!
Cancro, AIDS, SARS, malaria:
Il modo diretto e facile per lo sviluppo di nuove cure.
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy