Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

L'importanza di una corretta alimentazione

HHF


Evidenziate le qualità dei vegetali di tipo brassica, in particolare dei broccoli

E' da tempo noto che molti vegetali presenti nella dieta mediterranea possono avere un effetto benefico sulla nostra salute. Il riconoscimento dell'importanza degli alimenti per il nostro benessere ha portato alla nascita di una nuova disciplina scientifica: la nutraceutica, che ha per scopo lo studio delle proprietà combinate nutritive e farmaceutiche degli alimenti.

La Human Health Foundation Onlus, Fondazione per la Salute, promuove un ampio progetto di ricerca sugli effetti dell'alimentazione sulla salute, ed in particolare, su come la dieta quotidiana possa influenzare il processo di cancerogenesi.

Uno studio recentemente promosso dalla fondazione di Spoleto e condotto da Umberto Galderisi, Professore Associato presso il Dipartimento di Medicina Sperimentale della Seconda Università di Napoli e professore aggiunto allo Sbarro Institute di Philadelphia, USA, ha già evidenziato le qualità dei vegetali di tipo brassica, in particolare dei broccoli.

"La nostra ricerca" – spiega Galderisi – "ha dimostrato che il sulforafano, una molecola biologicamente attiva presente nei broccoli, può regolare alcuni aspetti della vita delle cellule staminali mesenchimali, che sono presenti nel midollo delle nostre ossa. In dettaglio, a basse concentrazioni il sulforafano previene la morte e l'invecchiamento delle cellule staminali, mentre ad alte concentrazioni è tossico e provoca la morte cellulare. Il nostro studio perciò suggerisce che il consumo di broccoli può essere utile a rallentare i processi di invecchiamento del nostro organismo preservando la "vitalità" delle cellule staminali, purché in quantità ben bilanciate".

Gli effetti osservati sulle staminali sono di grande importanza, in quanto le staminali sono cellule capaci di riparare gli organi del nostro corpo sostituendo le cellule danneggiate o morte. E' pertanto importante preservare un corretto funzionamento delle staminali per rallentare i processi di invecchiamento del nostro organismo.

"Le staminali" – sottolinea il ricercatore – "possono tuttavia rappresentare anche una minaccia per la nostra vita: esse possono infatti trasformarsi in cellule tumorali che portano all'insorgenza del cancro. E' quindi rilevante avere a disposizione una molecola quale il sulforafano, che a basse concentrazioni aiuta le staminali, mentre ad alte dosi ne provoca la morte".

Lo studio è stato pubblicato dalla rivista internazionale AGE (journal of the American Aging Association).

Pierpaolo Basso

Redazione MolecularLab.it (19/04/2011)
Pubblicato in Medicina e Salute
Tag: sulforafano, brassica, nutraceutica, HFF, broccoli
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della Società Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Neuroni Specchio
Evento: Science & You
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy