Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Ricercatori critici con ministero Salute

Staminali


I ricercatori si dicono perplessi per la decisione del ministro di autorizzare la somministrazione di cellule dette mesenchimali nel metodo Stamina: non esiste nessuna prova siano efficaci

Sulla vicenda delle terapie basata sull'infusione di cellule staminali i ricercatori esperti in questo campo prendono una posizione netta e fortemente critica verso il ministero della Salute. 'Un governo non può autorizzare la somministrazione di terapie improprie, la cui efficacia non è dimostrata', scrivono in una lettera aperta al ministro 13 fra i maggiori esperti di staminali a livello internazionale, insieme a farmacologi e giuristi.
Tra i firmatari Paolo Bianco, (Università Sapienza di Roma), fra i massimi esperti di cellule mesenchimali, Giulio Cossu ed Elena Cattaneo (Università di Milano), il direttore dell'istituto Mario Negri Silvio Garattini, il giudice della Corte d'Appello di Milano Amedeo Santosuosso.
I ricercatori si dicono 'perplessi' per la decisione del ministro di autorizzare la somministrazione di cellule dette mesenchimali.
Rilevano infatti che 'non esiste nessuna prova che queste cellule abbiano alcuna efficacia nelle malattie per cui sarebbero impiegate'. Il via libera all'autorizzazione sembra quindi 'uno stravolgimento dei fondamenti scientifici e morali della medicina, che disconosce la dignità del dramma dei malati e dei loro familiari'.
Autorizzare queste 'terapie solo presunte, proposte da soggetti o strutture non vigilate, coincide - secondo gli esperti - con un riconoscimento pubblico e autorevole, sebbene indiretto, delle stesse terapie agli occhi del grande pubblico'. Il governo, si rileva nella lettera, 'non può autorizzare terapie improprie, praticate al di fuori sia delle normali linee guida in tema di terapie convalidate, sia della formale sperimentazione clinica'.
Gli esperti sono fortemente critici verso la 'neutralità intellettuale e morale scelta dal Ministero', che 'oggettivamente incoraggia e supporta pratiche commerciali che direttamente o indirettamente sottendono alla propaganda di terapie presunte, e alimenta un pericoloso corto circuito tra questi interessi e le necessità materiali o morali dei pazienti'. Si viene a creare, rilevano, un 'corto circuito esclude del tutto il ruolo non solo tecnico, ma anche sociale, educativo e morale della medicina e della conoscenza scientifica' e 'prefigura uno scenario terribile in cui la libera scelta del paziente è confusa con la sua scelta disinformata, anzi mal guidata al fine di farla coincidere con interessi altri e impropri'.

Redazione MolecularLab.it (15/03/2013)
Pubblicato in Biotecnologie
Tag: metodo Stamina, Stamina Foundation, mesenchima, ministero Salute
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della Società Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Neuroni Specchio
Evento: Science & You
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy