Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Una nuova speranza grazie a un vaccino per l'Alzheimer

Anziano affetto da malattia neurologica


In sperimentazione vaccini ottenuti usando peptidi troncati contro la proteina beta amiloide

La ricerca sul cervello ha fatto passi avanti senza precedenti nel corso degli anni e l'Europa è in prima linea per quanto riguarda i progressi scientifici. Ma si può fare di più. A dirlo è Alzheimer's Disease International che ha pubblicato una relazione sull'impatto economico globale della demenza. Secondo le loro stime, se le cure per la demenza fossero un paese, sarebbero la 18esima economia mondiale, con un posto in classifica tra la Turchia e l'Indonesia.

Il progetto europeo MIMOVAX ha grandi speranze di fare un significativo passo avanti in questo importante campo della ricerca medica. Il morbo di Alzheimer è un disturbo del cervello progressivo, degenerativo e irreversibile che causa disabilità intellettuale e disorientamento. Non essendoci cure efficaci, il team di MOMOVAX si è proposto di sviluppare un vaccino che possa assicurare una terapia sicura ed efficace e in definitiva fermare il progresso di questa malattia disabilitante.

MIMOVAX è un Progetto di ricerca con un obiettivo specifico (Specific Targeted Research Project o STREP) e punta ai peptidi troncati A?40/42 - derivati dalla Proteina precursore dell'amiloide (PPA) - attraverso l'immunizzazione attiva.
Il team si è occupato in particolare dell'uso delle reazioni immunitarie per combattere proteine beta amiloide (BA) conosciute e meno conosciute, che si pensa siano la causa della malattia.

L'iniziale progetto triennale (prolungato di altri 15 mesi per completare gli obiettivi clinici) è stato coordinato dall'azienda austriaca AFFiRiS AG. Il consorzio ha raggruppato altre tre aziende industriali, due università e una clinica, con un totale di 20 scienziati. Il progetto ha ricevuto finanziamenti per 4,3 milioni di euro, 2,4 dei quali provenivano dalla Commissione europea.

Nel corso di MOMOVAX, sono stati identificati diversi potenziali vaccini per l'Alzheimer, che mostravano la capacità di ridurre il carico di placca amiloide e di alleviare i segni caratteristici patologici della malattia nel cervello dei modelli animali. Inoltre, secondo il team di ricerca, una vaccinazione usando i candidati vaccini per l'Alzheimer, migliorava la memoria spaziale e l'apprendimento in animali transgenici, mostrando quindi le potenzialità per alterare la progressione della malattia in questi modelli. Questi esperimenti hanno portato all'identificazione del vaccino AD03 come candidato per i test clinici.

Il dott. Markus Mandler, coordinatore scientifico presso la AFFiRiS AG, spiega: "Uno studio clinico usando AD03 è stato condotto su 24 pazienti anziani con una forma leggera del morbo di Alzheimer. Nel corso di 12 mesi abbiamo studiato la sicurezza e la tollerabilità del vaccino. Abbiamo poi seguito i pazienti per altri 12 mesi per valutare il loro comportamento. I risultati di questi test sono attualmente in fase di valutazione e dovremmo avere l'analisi finale tra un paio di mesi".

Aggiunge: "Una volta esaminati i risultati completi decideremo se continuare i test clinici, che infine porteranno a studi e dati che possano essere presentati alle autorità per la revisione e l'approvazione".

Approfondimenti: MIMOVAX" target="_blank">mimovax.eu/">MIMOVAX

Fonte: Cordis (06/06/2013)
Pubblicato in Medicina e Salute
Tag: Alzheimer, MIMOVAX, beta amiloide, peptidi troncati
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Dossier Aiuta la RicercaWorld Community Grid per aiutare la ricerca scientifica
Aiuta la ricerca scientifica!
Cancro, AIDS, SARS, malaria:
Il modo diretto e facile per lo sviluppo di nuove cure.
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy