Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Una matrice di 1000 cuori contro l'ipertrofia cardiaca

Pressione arteriosa


Ricercatori dell'Abertay University hanno realizzato dei mini cuori di un millimetro da utilizzare per testare grandi quantità di composti bio-attivi

Migliaia di cuori umani in miniatura sono stati 'coltivati' in laboratorio da un team di scienziati scozzesi, a partire da cellule staminali. Le piccole sfere di cellule del cuore battono insieme in una piastra di Petri ogni due secondi, e il tessuto corrisponde a quello del muscolo cardiaco umano.
I ricercatori dell'Abertay University li utilizzano già per testare potenziali farmaci con l'obiettivo di trattare una malattia al momento incurabile. La ricerca è stata presentata al Congresso mondiale sulla biotecnologia a Valencia, in Spagna. Le sfere di cellule del cuore sono state realizzate con delle staminali e misurano appena 1 millimetro. Cellule del cuore battente sono già state prodotte dagli scienziati, ma ora i ricercatori spagnoli dicono che questa è la prima volta che i mini-cuori vengono utilizzati per studiare una malattia.

Secondo il ricercatore Nikolai Zhelev, poi, le dimensioni così ridotte dei mini-cuori non contano nulla: "Sono davvero cellule umane, fisiologicamente le stesse del cuore, e in questo caso la dimensione non ha importanza", spiega alla Bbc online. "Abbiamo indotto delle malattie in questi mini-cuori, cosa che nessuno aveva ancora fatto, in particolare l'ipertrofia cardiaca. Non solo: abbiamo testato diversi farmaci che hanno bloccato lo sviluppo di ipertrofia cardiaca in questi mini-cuori."
Si tratta infatti di una malattia incurabile. Il muscolo cardiaco diventa più spesso e rigido, rendendo più difficile pompare sangue in tutto il corpo. In casi estremi, il cuore può arrivare a fermarsi all'improvviso. Zhelev ha spiegato che i mini-cuori avrebbero permesso ai ricercatori di valutare rapidamente una vasta gamma di prodotti chimici e di testare così delle potenziali cure.
"Possiamo lavorare ora, in un esperimento, con 1.000 cuori umani e testare grandi quantità di composti contemporaneamente, cosa che non si può fare negli animali". Il lavoro avrebbe già portato i primi frutti. I ricercatori pensano di aver trovato un farmaco, attualmente utilizzato per trattare il cancro, che potrebbe aiutare a prevenire l'ipertrofia.

Redazione MolecularLab.it (11/07/2014 12:30:47)
Pubblicato in Medicina e Salute
Tag: cuore, ipertrofia, ipertrofia cardiaca
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy