Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Topo svela segreti invecchiamento


E tuttaltro che un Matusalemme, il topolino modificato geneticamente in modo da invecchiare in modo estremamente rapido. E stato ottenuto nel celebre istituto Karolinska di Stoccolma ed ha permesso

E' tutt'altro che un Matusalemme, il topolino modificato geneticamente in modo da invecchiare in modo estremamente rapido. E' stato ottenuto nel celebre istituto Karolinska di Stoccolma ed ha permesso di identificare uno dei meccanismi chiave dell'invecchiamento proprio nel cuore delle cellule, descritti su Nature.
I ricercatori, guidati da Nils-Goran Larsson, hanno infatti identificato che invecchiare dipende dalla comparsa di difetti nelle centraline energetiche della cellule, chiamate mitocondri.
Il topo progettato per essere l'anti-Matusalemme per eccellenza e' diventato calvo, curvo e sterile sebbene si trovi nel fiore degli anni. Unica causa di questo invecchiamento precoce sono le modifiche fatte in laboratorio sui suoi mitocondri.
In questo modo i ricercatori hanno ottenuto la prima prova che i difetti dei mitocondri sono alla base dell'invecchiamento.
I mitocondri sono organelli che si trovano in tutte le cellule e sono dotati di un proprio patrimonio genetico, ereditato solo per via materna. Al loro interno arrivano le molecole che derivano dalla digestione dei cibi, per esempio grassi e zuccheri, che vengono trasformate in energia, vitale per ogni attivita' delle cellule.
Da tempo gli scienziati si erano accorti che il numero di difetti (mutazioni) sul Dna mitocondriale e' proporzionale all'invecchiamento dell'individuo, ma finora nessuno aveva potuto dire se le mutazioni di questo tipo fossero una conseguenza o la causa stessa dell'invecchiamento.
Per risolvere questo dilemma Larsson ha modificato geneticamente degli embrioni di topolini in modo da compromettere il corretto funzionamento di un enzima indispensabile all'organello per mantenere intatto il proprio Dna mitocondriale. I topi cosi' modificati mostravano sempre molto presto, a circa 25 settimane di vita (che equivalgono all'ingresso nell'eta' adulta per l'uomo), i segni dell'invecchiamento. E piu' i difetti sul Dna mitocondriale aumentano, piu' rapidamente i topi invecchiano.
Quindi non c'e' dubbio che le mutazioni indotte dagli scienziati con modifiche genetiche siano la causa e non la conseguenza dell'invecchiamento precoce dell'animale.


Fonte: Ansa (27/05/2004)
Pubblicato in Biochimica e Biologia Cellulare
Tag: invecc%
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy