Forum

Nome Utente:
Password:
Riconoscimi automaticamente
 Tutti i Forum
 Laboratorio
 Fisiologia
 Rendimento Cardiaco e Laplace
 Nuova Discussione  Rispondi Aggiungi ai Preferiti Aggiungi ai Preferiti
Cerca nelle discussioni
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:

Aggiungi Tag Aggiungi i tag

Quanto è utile/interessante questa discussione:

Autore Discussione  

Aaargh
Nuovo Arrivato



14 Messaggi

Inserito il - 13 agosto 2012 : 13:50:23  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Aaargh Invia a Aaargh un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Anzitutto la "legge di Laplace", qualcuno può spiegarla? Sul materiale di studio che ho qua la trovo scritta in tre modi diversi e contraddittori. Da quel che ho capito dovrebbe essere questa la sua formulazione giusta:

T = (P*r)/(2*s)

T = tensione = 85% dell'energia del cuore, dissipata sotto forma di calore
P = pressione ventricolare da raggiungere per permettere l'eiezione cardiaca
r = raggio del ventricolo (cos'è, si assume che sia circolare? Nelle diapositive si parla improvvisamente di aneurismi aortici, quindi mi viene il dubbio che r possa essere il raggio aortico invece che del ventricolo =/ )
s = spessore parete del ventricolo

E' così o come?

Poi riguardo il rendimento cardiaco, ho trovato questa equazione, sempre nelle dispense "ufficiali":

R = (P*V) / ( (P*V) + (P*r*t) )

Scritta così non riesco a capirne il senso algebrico: perché non si divide per "P", termine comune, e si riformula R = V / (V+r*t) ?
  Discussione  

Quanto è utile/interessante questa discussione:

 Nuova Discussione  Rispondi Aggiungi ai Preferiti Aggiungi ai Preferiti
Cerca nelle discussioni
Vai a:
MolecularLab.it © 2003-18 MolecularLab.it Torna all'inizio della Pagina