Forum

Nome Utente:
Password:
Riconoscimi automaticamente
 Tutti i Forum
 Laboratorio
 Biologia Molecolare
 cancerogenesi
 Nuova Discussione  Nuovo Sondaggio Nuovo Sondaggio
 Discussione Bloccata Aggiungi ai Preferiti Aggiungi ai Preferiti
Cerca nelle discussioni
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:

Aggiungi Tag Aggiungi i tag

Quanto è utile/interessante questa discussione:

Autore Discussione  

Erasmo
Nuovo Arrivato



5 Messaggi

Inserito il - 01 febbraio 2007 : 11:50:26  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Erasmo Invia a Erasmo un Messaggio Privato
Essendo la differenzazione cellulare dipendente dall'accensione e spegnimento di geni,indotti a loro volta da messaggi intercellulari a "cascata",riguardo alla cancerogenesi si potrebbero fare per analogia le seguenti ipotesi :

La replicazione incontrollata,l'infiltrazione dei tessuti vicini,la vascolarizzazione,la disseminazione metastatica e la resistenza ai farmaci, non dipendono da mutazioni genetiche casuali accumulate nel tempo,bensì dall'accensione e spegnimento di geni con cui le cellule cercano di sopperire ad uno stato di "malessere cronico".
Ciò può essere supportato dal fatto che lo stesso tipo di tumore può essere provocato da agenti cancerogeni diversi, mentre diverse sostanze o virus si dimostrano cancerogeni "in sito" ma non "in vitro"."In vitro" infatti,le cellule dispongono di sostanze nutrienti in abbondanza per il loro metabolismo."In sito",al contrario si può constatare la formazione di tumori solo per un insufficienza metabolica,come è stato dimostrato inserendo a delle cavie una pellicola di per sè non cancerogena sotto la cute impedendone la traspirazione.

Lo stato di "malessere cronico"potrebbe far diminuire il volume del cito plasma rispetto al nucleo inducendo la cellula ad una replicazione precoce.
Le cellule figlie,persistendo lo stato di "malessere cronico",nella lotta per la sopravvivenza diventano meno coese fra loro e accendono via via altri geni (ad es.per aumentare determinati recettori,per stimolare l'angiogenesi, per l'infiltrazione dei tessuti vicini e dei vasi sanguigni o linfatici imitando i globuli bianchi nella disseminazione a distanza).
A supporto di questa ipotesi è stato dimostrato che in mancanza di ossigeno le cellule tumorali aumentano determinati recettori per l'ossigeno,gli stessi rilevati anche nelle cellule del sangue e nei macrofagi.

Esauriti i geni utilizzabili,la cellula tumorale potrebbe costruire geni del tutto nuovi pescando dal "genoma spazzatura"andando così incontro ad una vera e propia mutazione genetica.( Potrebbe essere questa la funzione dei "geni spazzatura" adottata dall'evoluzione come riserva per l'adattamento ai cambiamenti ambientali)

Dal fatto che, anche se in casi rari , i tumori possono regredire spontaneamente,si potrebbe supporre che le cellule tumorali possano essere riportate "a ritroso"alla normalità.
Si potrebbe infiltrare il tumore con cellule staminali e cellule meno differenziate ma gradualmente sempre più"vicine"allo stato di specializzazione del tessuto dove è insorto.
Si cercherebbe in pratica attraverso questo "miscuglio"di cellule di "plasmare" con messaggi "a cascata" le cellule tumorali e riportarle sulla " retta via".

Questa ipotesi terapeutica è supportata da alcuni esperimenti che hanno dimostrato che se si asportano diverse cellule da una lesione precancerosa (costituita da un mosaico di cellule normali e trasformate),e si reimpiantano nello stesso individuo,occorre molto tempo perchè si formi un nuovo tumore,mentre se si trapiantano solo le cellule trasformate,basta poco tempo.
Ciò dimostrerebbe l'azione di "contenimento"delle cellule normali vicine nei riguardi delle cellule trasformate.

In conclusione,
la trasformazione neoplastica non sarebbe altro che la risposta di alcune cellule che in una “zona sofferente”per sopravvivere cambiano "atteggiamento"nella ricerca di un nuovo e diverso "equilibrio"(omeostasi)con un microambiente “mutato”.
Le cellule tumorali hanno dimostrato finora di essere delle "supercellule"in grado di superare ogni ostacolo (sistema immunitario,terapie ecc)e quindi anzichè cercare di eliminarle sembrerebbe opportuno tentare di "rieducarle".
Con opportuni esperimenti si potrebbe trovare una giusta "calibratura"(in quantità e nel tempo)di un "miscuglio"di cellule (staminali,intermedie e differenziate)da infiltrare nel tessuto canceroso affinchè le cellule "trasformate"ricevano i giusti "messaggi a cascata"per la loro riabilitazione,ristabilendo l'omeostasi precedente l'insorgenza del tumore.
qualcuno sa se sono stati fatti esperimenti in vitro con cellule tumorali e cellule staminali sane dello stesso tipo?

armando vecchietti
Nuovo Arrivato

Prov.: Macerata
Città: corridonia


2 Messaggi

Inserito il - 04 febbraio 2007 : 21:27:38  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di armando vecchietti Invia a armando vecchietti un Messaggio Privato
la prego di visitare il sito www.cellulacancerosa.it e chiarira' molti dubbi
Un saluto
AV
Torna all'inizio della Pagina

domi84
Moderatore

Smile3D

Città: Glasgow


1701 Messaggi

Inserito il - 05 febbraio 2007 : 13:31:44  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di domi84 Invia a domi84 un Messaggio Privato
Io sono un semplice studente, e forse sono il meno adatto a risponderti...però ci provo:

Citazione:
Messaggio inserito da Erasmo


Le cellule figlie,persistendo lo stato di "malessere cronico",nella lotta per la sopravvivenza diventano meno coese fra loro e accendono via via altri geni (ad es.per aumentare determinati recettori,per stimolare l'angiogenesi, per l'infiltrazione dei tessuti vicini e dei vasi sanguigni o linfatici imitando i globuli bianchi nella disseminazione a distanza).
A supporto di questa ipotesi è stato dimostrato che in mancanza di ossigeno le cellule tumorali aumentano determinati recettori per l'ossigeno,gli stessi rilevati anche nelle cellule del sangue e nei macrofagi.


Mmm...non mi pare che esistano recettori per l'ossigeno...
Posso fornirti un'altra spiegazione a questo:
è ampiamente studiato che il gene p53 (oncosoppressore) in caso di ipossia(mancanza di ossigeno) causi nelle cellule apoptosi. E' ovvio che se questo gene è danneggiato da una mutazione non può più avviare l'apoptosi. In casi di ipossia quindi le cellule p53-deficienti quindi, non vanno in apoptosi, e se non muoiono (a causa dell'ipossia) queste vengono selezionate positivamente dall'ipossia. Queste cellule andranno a formare dei tumori perchè il gene p53 è fondamentale.

N.B. Non in tutti i casi di ipossia avviene questo, ma solo quando ci sono cell già col gene p53 mutato!!!

Citazione:
Messaggio inserito da Erasmo


Esauriti i geni utilizzabili,la cellula tumorale potrebbe costruire geni del tutto nuovi pescando dal "genoma spazzatura"andando così incontro ad una vera e propia mutazione genetica.( Potrebbe essere questa la funzione dei "geni spazzatura" adottata dall'evoluzione come riserva per l'adattamento ai cambiamenti ambientali)


Esistono moltissimi esempi di tumori che hanno geni importantissimi come p53 o Rb mutati in singoli punti...questi tumori sono stati ampiamente studiati, e non c'è traccia di geni ripescati dal "Dna spazzatura"

Citazione:
Messaggio inserito da Erasmo


Questa ipotesi terapeutica è supportata da alcuni esperimenti che hanno dimostrato che se si asportano diverse cellule da una lesione precancerosa (costituita da un mosaico di cellule normali e trasformate),e si reimpiantano nello stesso individuo,occorre molto tempo perchè si formi un nuovo tumore,mentre se si trapiantano solo le cellule trasformate,basta poco tempo.
Ciò dimostrerebbe l'azione di "contenimento"delle cellule normali vicine nei riguardi delle cellule trasformate.


Mmm...così detto non mi pare che avvalori la tua tesi...quest'effetto può avere varie cause!

Citazione:
Messaggio inserito da Erasmo


Le cellule tumorali hanno dimostrato finora di essere delle "supercellule"in grado di superare ogni ostacolo (sistema immunitario,terapie ecc)e quindi anzichè cercare di eliminarle sembrerebbe opportuno tentare di "rieducarle".


Ma quali supercellule?!Sono difficili da identificare dal sistema immunitario, perchè esso è predisposto a cercare degli "estranei"...le cellule tumorali invece sono cellule "di casa", nel senso che hanno caratteristiche simili alle altre cellule normali, e per questo diventano difficili da identificare per il sistema immunitario. Stessa cosa per le terapie: è difficile trovare una terapia che distingue le cellule tumorali da quelle normali...!
Rieducarle è difficile perchè le cellule tumorali presentano molti danni al Dna, e bisognerebbe ripararli tutti...ed oggi non è possibile fare questo. E' più semplice eliminarle.

Per quanto riguarda:
Citazione:
Messaggio inserito da armando vecchietti


la prego di visitare il sito www.cellulacancerosa.it e chiarira' molti dubbi
Un saluto
AV


Ho letto un po' il sito...ma non chiarisce nessun dubbio...anzi, c'è uno strano test di cui non ho mai sentito parlare e che non viene spiegato manco tanto bene...

Il mio blog: http://domi84.blogspot.com/
Le foto che ho scattato...
Torna all'inizio della Pagina

david890
Nuovo Arrivato

occhio

Prov.: Napoli
Città: Napoli


17 Messaggi

Inserito il - 05 febbraio 2007 : 18:30:23  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di david890  Clicca per vedere l'indirizzo MSN di david890 Invia a david890 un Messaggio Privato
Citazione:
Messaggio inserito da domi84

Questa ipotesi terapeutica è supportata da alcuni esperimenti che hanno dimostrato che se si asportano diverse cellule da una lesione precancerosa (costituita da un mosaico di cellule normali e trasformate),e si reimpiantano nello stesso individuo,occorre molto tempo perchè si formi un nuovo tumore,mentre se si trapiantano solo le cellule trasformate,basta poco tempo.
Ciò dimostrerebbe l'azione di "contenimento"delle cellule normali vicine nei riguardi delle cellule trasformate.



Mmm...così detto non mi pare che avvalori la tua tesi...quest'effetto può avere varie cause!

[/quote]

Le mutazioni provocano perdita di funzione(singolarmente ,quindi possomo alterare altre funzioni ....detto in modo semplicistico).
Le cellule tumorali sono alterate;sono meno efficienti delle cellule normali e solo poche di queste vanno avanti,e cmq in modo non esponenziale( come avviene invece per le cellule "sane").
Il discorso delle supercellule che fai dopo ..non regge .
La regressione e' dovuta a vari fattori.Non e' MAI una singola mutazione a provocare il cancro,e queste alterano il normale ciclo cellulare in piu' stadi e in piu' modi (agendo su oncosoppressori ,su oncogeni ...).Altra cosa che non consideri sono i modi : Iniziatori e promotori .
Per quanto riguarda la "sofferenza" delle cellule che si adattano ....beh sono mutageni chimici ...alterano il Dna ..la cellula non ha il cervello .
Mio modesto parere . Davide.
Torna all'inizio della Pagina

salto
Utente Junior

Prov.: Parma
Città: Fidenza


165 Messaggi

Inserito il - 06 febbraio 2007 : 13:50:29  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di salto Invia a salto un Messaggio Privato
Condivido al 100% quello che hai detto Erasmo


Per domi84
quando dici ad esempio che il gene p53 ha subito mutazioni cosa vuoi dire?
Che è stato eliminato fisicamente dal DNA oppure che è stato inibito ?


Torna all'inizio della Pagina

Dionysos
Moderatore

D

Città: Heidelberg


1913 Messaggi

Inserito il - 06 febbraio 2007 : 14:26:40  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Dionysos  Clicca per vedere l'indirizzo MSN di Dionysos Invia a Dionysos un Messaggio Privato
Una mutazione è un'alterazione della sequenza del DNA e/o della
sua struttura molecolare in grado di provocare un cambiamento
nel suo significato informazionale. Quando si parla di tumori
in cui i geni p53 e Rb sono mutati, si intende dire che questi
geni hanno acquisito delle mutazioni che ne hanno disattivato
la funzione in modo praticamente irreversibile, esponendo la cellula
a rischi di 'peggioramento' visto che il ruolo di questi due
geni è proprio quello di salvaguardarla dalle mutazioni dannose.

Non è cosa comune che un gene venga eliminato del tutto,
è semmai comune un'alterazione nella sua sequenza nucleotidica,
fenomeno può avvenire con innumerevoli meccanismi diversi e casuali.

Volere libera : questa é la vera dottrina della volontà e della libertà
(F.W. Nietzsche)

Less Jim Morrison, more Sean Morrison!


Torna all'inizio della Pagina

dallolio_gm
Moderatore


Prov.: Bo!
Città: Barcelona/Bologna


2445 Messaggi

Inserito il - 06 febbraio 2007 : 15:16:24  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di dallolio_gm  Clicca per vedere l'indirizzo MSN di dallolio_gm Invia a dallolio_gm un Messaggio Privato
Santo cielo, ancora?
Questo e' l'incubo di noi moderatori.

Il mio blog di bioinformatics (inglese): BioinfoBlog
Sono un po' lento a rispondere, posso tardare anche qualche giorno... ma abbiate fede! :-)
Torna all'inizio della Pagina

salto
Utente Junior

Prov.: Parma
Città: Fidenza


165 Messaggi

Inserito il - 06 febbraio 2007 : 16:12:51  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di salto Invia a salto un Messaggio Privato
Per dallolio_gm
esprimero in modo chiaro ed esplicito il mio pensiero su di te
SEI UN DEFICENTE
tu sei il tipico esempio di ricercatore inconcludente.
Nella tua vita di ricercatore non riuscirai mai a concludere nulla.
Ciao

Torna all'inizio della Pagina

dallolio_gm
Moderatore


Prov.: Bo!
Città: Barcelona/Bologna


2445 Messaggi

Inserito il - 06 febbraio 2007 : 18:26:23  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di dallolio_gm  Clicca per vedere l'indirizzo MSN di dallolio_gm Invia a dallolio_gm un Messaggio Privato
eddai non te la prendere sempre cosi' tanto per una battuta ;)
Per favore in futuro per le opinioni personali, usare i PM (messaggi privati).

Il mio blog di bioinformatics (inglese): BioinfoBlog
Sono un po' lento a rispondere, posso tardare anche qualche giorno... ma abbiate fede! :-)
Torna all'inizio della Pagina

AleXo
Moderatore

OrniAle

Prov.: Estero
Città: San Francisco, California


1550 Messaggi

Inserito il - 06 febbraio 2007 : 19:37:05  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di AleXo  Invia a AleXo un messaggio AOL Invia a AleXo un Messaggio Privato
ricercatore inconcludente?!?!?!?

cioè sinceramente sentire certe offese non mi va, la prossima edito il post e chiuso il 3d a priori.

Salto, ricordo che + di una volta hai chiesto consigli per reperire informazioni scientifiche, evidentemente non ne hai fatto buon uso se ancora ci sono domande su mutazioni e p53. E sarebbe educazione ringraziare chi risponde, non isultare.

Torna all'inizio della Pagina

fpotpot
Utente

Città: middleofnowhere


1056 Messaggi

Inserito il - 06 febbraio 2007 : 21:19:16  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di fpotpot Invia a fpotpot un Messaggio Privato
Citazione:
Messaggio inserito da salto

Per dallolio_gm
esprimero in modo chiaro ed esplicito il mio pensiero su di te
SEI UN DEFICENTE
tu sei il tipico esempio di ricercatore inconcludente.
Nella tua vita di ricercatore non riuscirai mai a concludere nulla.
Ciao





...salto,ma lo conosci di persona GM?è per caso un parente,un amico?da quel che scrivi dubito.Neanche io lo conosco di persona e nn conosco neanche te,ma ti chiedo gentilmente se altrettanto gentilmente puoi evitare queste offese.Prendi a pugni un sacco di piume se evi sfogarti,lggere offese gratuite e ingiustificate è veramente fastidioso.
Torna all'inizio della Pagina

MariBi
Utente Junior



170 Messaggi

Inserito il - 06 febbraio 2007 : 23:39:27  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di MariBi Invia a MariBi un Messaggio Privato

Inqualificabile!
Ma perchè dobbiamo leggere queste offese gratuite? Perchè dare spazio a persone maleducate?
Non è possibile, domando ai moderatori, cancellare questi messaggi?
Torna all'inizio della Pagina

Dionysos
Moderatore

D

Città: Heidelberg


1913 Messaggi

Inserito il - 07 febbraio 2007 : 01:19:32  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Dionysos  Clicca per vedere l'indirizzo MSN di Dionysos Invia a Dionysos un Messaggio Privato
In un qualsiasi altro forum dotato di moderazione,
quando uno stesso utente utilizza più e più volte gli spazi
del forum per lanciare insulti, mostrando - tra l'altro -
menefreghismo verso chi lo intima a smettere, viene bannato.

a domanda: non dovrebbe funzionare così anche qui?
mi aspetto risposta dai moderatori.

Volere libera : questa é la vera dottrina della volontà e della libertà
(F.W. Nietzsche)

Less Jim Morrison, more Sean Morrison!


Torna all'inizio della Pagina

chick80
Moderatore

DNA

Città: Edinburgh


11491 Messaggi

Inserito il - 07 febbraio 2007 : 04:32:32  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di chick80 Invia a chick80 un Messaggio Privato
salto, te l'ho già detto troppe volte, questa discussione viene chiusa ed a questo punto consideremo l'opzione ban.

Sei un nuovo arrivato?
Leggi il regolamento del forum e presentati qui

My photo portfolio (now on G+!)
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione  

Quanto è utile/interessante questa discussione:

 Nuova Discussione  Nuovo Sondaggio Nuovo Sondaggio
 Discussione Bloccata Aggiungi ai Preferiti Aggiungi ai Preferiti
Cerca nelle discussioni
Vai a:
MolecularLab.it © 2003-18 MolecularLab.it Torna all'inizio della Pagina