Forum

Nome Utente:
Password:
Riconoscimi automaticamente
 Tutti i Forum
 Laboratorio
 Biologia Molecolare
 antcorpi monoclonali
 Nuova Discussione  Nuovo Sondaggio Nuovo Sondaggio
 Rispondi Aggiungi ai Preferiti Aggiungi ai Preferiti
Cerca nelle discussioni
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:

Tag   anticorpi monoclonali  Aggiungi Tag

Quanto è utile/interessante questa discussione:

Autore Discussione  

marianopasquali
Nuovo Arrivato



3 Messaggi

Inserito il - 31 agosto 2013 : 13:09:33  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di marianopasquali Invia a marianopasquali un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Buongiorno a tutti.
Ho bisogno di chiarirmi le idee di come si fabbrica un anticorpo monoclonale per una proteina tumorale.
In appunti datimi, trovo che occorre individuare il gene che la codifica, clonarlo per produrre una quantità della proteina sufficiente ad immunizzare dei topi, estrarne le plasmacellule, fonderle con cellule mielomatose, produrre adeguate quantità di anticorpi monoclonali, che, se la proteina non è presente sulle cellule sane ma solo su quelle tumorali, possono essere usate sul malato.
Questi sono i miei problemi:
come si individua il gene che codifica quella proteina? (ho letto qualcosa su La mappa della vita di Dulbecco, ma è di 13 anni fa);
come si identificano e separano le plasmacellule produttrici specifiche dell'anticorpo?
cosa succede quando l'ibridoma che si trova con DUE genomi?
come si esclude che la proteina non ci sia nelle cellule sane, ma solo nelle tumorali?
Se avete qualche link
grazie a chi mi farà quest'opera di bene:-)

domi84
Moderatore

Smile3D

Città: Glasgow


1700 Messaggi

Inserito il - 31 agosto 2013 : 17:34:27  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di domi84 Invia a domi84 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Citazione:

come si individua il gene che codifica quella proteina?
come si esclude che la proteina non ci sia nelle cellule sane, ma solo nelle tumorali?


Questa è la parte difficile! Ci sono gruppi di ricerca che lavorano per scoprire proteine selettivamente espresse in cellule tumorali e non in cellule sane. E puoi usare ovviamente tutte le metodiche conosciute per farlo.

Citazione:

come si identificano e separano le plasmacellule produttrici specifiche dell'anticorpo?


Prendi TUTTI i linfociti di topo, li fondi e li diluisci fino ad ottenere 1 cellula in ogni pozzetto. A questo punto testi il terreno (che contiene gli anticorpi di una singola cellula) con un saggio ELISA per vedere se riconosce la tua proteina oppure no. Se non la riconosce elimini quel clone linfocitario.

Citazione:

cosa succede quando l'ibridoma che si trova con DUE genomi?


Molti tumori crescono con aberrazioni cromosomiche. L'ibridoma fa lo stesso. L'unica cosa che ti interessa è che produca anticorpi. Se durante la procedura di fusione viene persa questa capacità eliminerai l'ibridoma.

Il mio blog: http://domi84.blogspot.com/
Le foto che ho scattato...
Torna all'inizio della Pagina

marianopasquali
Nuovo Arrivato



3 Messaggi

Inserito il - 01 settembre 2013 : 10:54:28  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di marianopasquali Invia a marianopasquali un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
E puoi usare ovviamente tutte le metodiche conosciute per farlo.

Questo è uno dei miei problemi: dove trovo le metodiche conosciute per farlo? prima del sequenziamento del DNA come si individuava un gene?
Quello che so sostanzialmente è questo che segue Da R. Dulbecco “La mappa della vita”. Sperling & Kupfer editori 2001 In passato, identificare un gene poteva richiedere una decina d’anni di lavoro, ora bastano pochi mesi o anche meno, visto che, p.e. cercando sequenze simili a quelle di un gene già noto (che controlla il movimento delle proteine entro la cellula), se ne sono scoperti altri 31 somiglianti, appartenenti a una di quelle che sono dette famiglie geniche.
Un metodo per identificare un gene è quello di confrontare le sequenze del genoma con quelle dei frammenti di mRNA esistenti nelle banche dati di tutto il mondo. Questo comportava il problema di trovare troppi geni, in quanto i frammenti di mRNA possono essere riferiti a diverse parti di uno stesso gene; si doveva perciò studiare il sito localizzato. Isolato un mRNA intero, con la trascrittasi inversa si ricava il cDNA, marcato opportunamente e si ricorre all’ibridazione in una libreria genetica oppure, più velocemente ed economicamente, tramite software. Un altro metodo è l’analisi delle sequenze, perché certe parti del gene tendono ad avere sequenze abbastanza caratteristiche e distinguibili (per esempio, promotori, operatori e sequenze di terminazione). Ci sono alcune decine di programmi in grado di identificare un possibile gene, con un errore del +/- 5 /15 % in ambo le direzioni. direzioni.Un altro criterio è il confronto con quanto si sa di altre specie di mammiferi, in particolare del topo, che è molto ben noto; conoscendone un gene si può cercare il corrispondente nell’uomo (con sonde, sequenze via informatica…).
Torna all'inizio della Pagina

Klein Bottle
Nuovo Arrivato

Fluorene



53 Messaggi

Inserito il - 28 settembre 2013 : 01:21:39  Mostra Profilo Invia a Klein Bottle un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Citazione:

Questo è uno dei miei problemi: dove trovo le metodiche conosciute per farlo? prima del sequenziamento del DNA come si individuava un gene?



Hai guardato qualche brevetto? Sono certo che se cerchi tra le US patents qualcosa trovi.
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione  

Quanto è utile/interessante questa discussione:

 Nuova Discussione  Nuovo Sondaggio Nuovo Sondaggio
 Rispondi Aggiungi ai Preferiti Aggiungi ai Preferiti
Cerca nelle discussioni
Vai a:
MolecularLab.it © 2003-18 MolecularLab.it Torna all'inizio della Pagina