Forum

Nome Utente:
Password:
Riconoscimi automaticamente
 Tutti i Forum
 Laboratorio
 Bioinformatica e Biostatistica
 Calcolo chi quadro dati polimorfismo-malattia
 Nuova Discussione  Nuovo Sondaggio Nuovo Sondaggio
 Rispondi Aggiungi ai Preferiti Aggiungi ai Preferiti
Cerca nelle discussioni
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:

Aggiungi Tag Aggiungi i tag

Quanto è utile/interessante questa discussione:

Autore Discussione  

ziobranco
Nuovo Arrivato

DNA


11 Messaggi

Inserito il - 23 ottobre 2013 : 17:07:15  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di ziobranco Invia a ziobranco un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Scritto da MolecularLab Mobile

Salve,
Ho 26 casi di pazienti affetti da una malattia e 53 controlli sani in cui cerco un polimorfismo che si ipotizza essere associato alla malattia . In un tot pazienti dagli studi emerge la presenza di un polimorfismo in eterozigosi (AT= adenina/timina). Questo polimorfismo (la presenza della T al posto della A) lo abbiamo riscontrato anche in un tot di casi sani. Quindi adesso vogliamo verifocare se c è una correlazione cmq di questo polimorfismo con la malattia oppure se è dovuto al caso e quindi se effettivamente la presenza della T in alcuni controlli esclude l' associazione con la malattia. Abbiamo condotto il test chi quadro e mi è stato detto di farlo come variabili indipendenti e di considerare come valori non il numero di individui AT e AA ma di contare gli alleli. Ovvero il numero di A e di T singolarmente. Quindi se ho un AT considero 1 A e 1T . Se ho AA considero 2 A e così via sommando i singoli alleli e ottenendo il tot di A e T per i vari casi e controlli. Mi aapreste dire quale dovrebbe essere l analisi statistica migliore e perché?

TMax
Utente Junior

TMax

Prov.: BG
Città: Capriate


268 Messaggi

Inserito il - 24 ottobre 2013 : 08:39:08  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di TMax Invia a TMax un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
perchè ti è stato chiesto di contare i singoli alleli?
e che tipo di analisi statistica ti è stata raccomandata per i dati cosi organizzati?
quale è stato il risultato del test chi quadro che avete fatto?
Torna all'inizio della Pagina

ziobranco
Nuovo Arrivato

DNA



11 Messaggi

Inserito il - 24 ottobre 2013 : 15:02:50  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di ziobranco Invia a ziobranco un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
questa è una delle ipotesi di usare solo gli alleli.
Io ho posto la questione. volevo sapere come fare una analisi ottimaler. il p value mi vene non sigmificativo.
l'ipotesi è che il polimorfismo T possa essere associato alla malattia (eterozigosi o omozigosi è semi indifferente.al massimo di considera un valore doppio per il tt.
il concetto è che vorrei sapere che tipo di chi quadro devo usare. come valutarei dati. il tutto per verificare una signifatività
Torna all'inizio della Pagina

TMax
Utente Junior

TMax

Prov.: BG
Città: Capriate


268 Messaggi

Inserito il - 25 ottobre 2013 : 08:42:02  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di TMax Invia a TMax un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Scusami ma non ho capito. Il chi quadrato è stato fatto e non è risultato significativo.
Quindi? Lo avete il risultato. Scriverete che non esistono differenze significative. Perchè cercare altri modi di manipolare i dati? per ottenere a tutti i costi la significatività statistica?
Scusami se ti sembro insistente, ma è un punto fondamentale. Purtroppo è una sorta di dogma quello della significatività statistica.
Max
Torna all'inizio della Pagina

chick80
Moderatore

DNA

Città: Edinburgh


11490 Messaggi

Inserito il - 25 ottobre 2013 : 09:11:43  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di chick80 Invia a chick80 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Concordo con TMax, con un solo "ma": non mi è chiaro esattamente come sono i tuoi dati e come hai eseguito l'analisi, perchè questa frase:

Citazione:
Abbiamo condotto il test chi quadro e mi è stato detto di farlo come variabili indipendenti e di considerare come valori non il numero di individui AT e AA ma di contare gli alleli. Ovvero il numero di A e di T singolarmente. Quindi se ho un AT considero 1 A e 1T . Se ho AA considero 2 A e così via sommando i singoli alleli e ottenendo il tot di A e T per i vari casi e controlli.


mi suona un pochino strana... puoi spiegare meglio, magari con un esempio di dati (anche inventati).

Sei un nuovo arrivato?
Leggi il regolamento del forum e presentati qui

My photo portfolio (now on G+!)
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione  

Quanto è utile/interessante questa discussione:

 Nuova Discussione  Nuovo Sondaggio Nuovo Sondaggio
 Rispondi Aggiungi ai Preferiti Aggiungi ai Preferiti
Cerca nelle discussioni
Vai a:
MolecularLab.it © 2003-18 MolecularLab.it Torna all'inizio della Pagina