Forum

Nome Utente:
Password:
Riconoscimi automaticamente
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 Laboratorio
 Tecniche
 Problemi nel taglio al criostato fettine per autoradiografia
 Nuova Discussione  Nuovo Sondaggio Nuovo Sondaggio
 Rispondi Aggiungi ai Preferiti Aggiungi ai Preferiti
Cerca nelle discussioni
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'Ŕ:

Tag   criostato    binding    autoradiografia  Aggiungi Tag

Quanto Ŕ utile/interessante questa discussione:

Autore Discussione  

elisa.giunti
Nuovo Arrivato



1 Messaggi

Inserito il - 09 gennaio 2017 : 16:25:15  Mostra Profilo Invia a elisa.giunti un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Salve a tutti,
sono nuova in questo mondo di Molecularlab, ma vi seguo da anni ormai. Vi scrivo per avere un consiglio su un problema che mi si Ŕ presentato di recente. Devo effettuare degli esperimenti di autoradiografia su tessuto (fettina) cerebrale di ratto. Ho tagliato i cervelli al criostato, ratti non perfusi, cervelli congelati con Metilbutano in ghiaccio secco ( temperatura tra -20 e -30). Dopo aver tagliato, ad occhio le fettine di 16 um, non avevano nessun problema. Quando faccio l'esperimento di autoradiografia, e i relativi lavaggi che effettuo per rimuovere il radioattivo e i sali dei buffer in eccesso, nel momento che le fettine asciugano iniziano a formarsi buchi, a raggrinzirsi ed opacizzare in modo evidente. E' praticamente impossibile poi analizzare i vetrini mediante le lastre autoradiografiche. Premetto che questa tecnica, dal taglio al binding, Ŕ in uso nel mio laboratorio da molto. Io non avevo mai tagliato al criostato ma son stata seguita e sembra che il problema non sia io. Ho fatto binding su fettine tagliate tanti anni fa e non ho mai avuto problemi. Ho pensato alla temperatura del criostato, perchŔ altro non mi viene in mente.
Grazie per l'aiuto :)
  Discussione  

Quanto Ŕ utile/interessante questa discussione:

 Nuova Discussione  Nuovo Sondaggio Nuovo Sondaggio
 Rispondi Aggiungi ai Preferiti Aggiungi ai Preferiti
Cerca nelle discussioni
Vai a:
MolecularLab.it © 2003-14 MolecularLab.it Torna all'inizio della Pagina