Forum

Nome Utente:
Password:
Riconoscimi automaticamente
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 Varie
 Università, Orientamento, Lavoro
 Consigli per la scelta della facoltà
 Nuova Discussione  Nuovo Sondaggio Nuovo Sondaggio
 Rispondi Aggiungi ai Preferiti Aggiungi ai Preferiti
Cerca nelle discussioni
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Risorse di Università e Lavoro: Siti di Università - enti di ricerca e Lavoro Ultime notizie

Aggiungi Tag Aggiungi i tag

Quanto è utile/interessante questa discussione:

Autore Discussione  

n/a
deleted



2 Messaggi

Inserito il - 24 febbraio 2008 : 00:02:55  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di n/a Invia a n/a un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Salve a tutti, sono nuovo.
vorrei chiedervi un consiglio sulla scelta della facoltà.
Ho molto interesse per la biologia e per la medicina.
Mi aiutate a scegliere la facoltà anche in base alle vostre esperienze?
In particolare la scelta si riduce a:
1) Medicina e Chirurgia + specializzazione in campo medico (non chirurgico)
2) Biologia (curriculum biomolecolare o fisiopatologico) + eventuale dottorato/specializzazione
3) Biotecnologie mediche + eventuale dottorato/specializzazione

Ora so che la situazione italiana della ricerca è molto problematica e so dello strapotere dei medici... :(
Tengo a precisare che questo thread non vuole essere medicina vs biologia.
In particolare vorrei capire le differenze reali tra biologia (curriculum biomolecolare o fisiopatologico) e biotecnologie mediche.

Inoltre avrei una domanda, visto che in caso di carriera non riuscita nella ricerca, bisogna crearsi una via alternativa per vivere in questo mondo...con la laurea specialistica in biotecnologie mediche si può eventualmente insegnare biologia nei licei o è prerogativa dei laureati in biologia? (Lo so che è uno spreco, ma nella vita non si sa mai cosa ci si ritroverà a fare...)

Inoltre, un laureato in biologia o biotecnologie, con la dovuta specializzazione, che sbocchi può avere in ospedale (oltre alle analisi)? So che in altri stati, tipo USA, anche il biologo ha sbocchi clinici.

Preciso inoltre che non ho alcun interesse verso il campo agro-alimentare, cosmetico e botanico.

Grazie mille anticipatamente.

domi84
Moderatore

Smile3D

Prov.: Napoli


1459 Messaggi

Inserito il - 24 febbraio 2008 : 01:55:22  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di domi84 Invia a domi84 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Citazione:
In particolare vorrei capire le differenze reali tra biologia (curriculum biomolecolare o fisiopatologico) e biotecnologie mediche.

La differenza principale è che a biologia fai un po' più di biologia animale e vegetale, mentre a biotecnologie non c'è. E a biotecnologie fai un po' più di tecniche di laboratorio...

Il mio blog: http://domi84.blogspot.com/
Le foto che ho scattato...
Torna all'inizio della Pagina

la_fra
Utente

betty



750 Messaggi

Inserito il - 24 febbraio 2008 : 02:42:17  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di la_fra  Rispondi Quotando
anche i laureati della classe 9/S perciò quinquennali di biotech mediche farmaceutiche & veterinarie possono insegnare però facendo il SSIS, scuola di specializzazione per l'insegnamento secondario, una scuola post laurea della durata di 2 anni, così prendi l'abilitazione per insegnare alle medie e alle superiori (vaccata tutta italiana)
biologi e biotech previo esame di stato (altra vaccata tutta italiana) possono poi accedere ad alcune scuole di specializzazione di medicina, per la precisione farmacologia, patologia clinica, biochimica clinica e genetica medica.. io mi ero interessata a genetica medica ma il ruolo medico-clinico, orientato alla formulazione della diagnosi clinica di malattia genetica e alla consulenza genetica, rimane SEMPRE E SOLO prerogativa del laureato in medicina e chirurgia mentre ai non medici è riservato l'indirizzo tecnico = analisi di citogenetica e di biologia molecolare
per le altre scuole non so ma penso la situazione sia simile
in sostanza se fai medico dopo puoi fare praticamente TUTTO quello che può fare un biologo/biotecnologo, viceversa ce ne corre
poi decidi tu io sto finendo il quinto anno di biotech mediche e sono contenta della scelta ma ogni tanto penso che se avessi deciso di far medicina forse avrei avuto la strada un po' piu in discesa x il futuro..se poi valuti anche la possibilità di andare all'estero però la situazione migliora

Doctors are men who prescribe medicines of which they know little, to cure diseases of which they know less, in human beings of whom they know nothing (Voltaire)
Torna all'inizio della Pagina

n/a
deleted



2 Messaggi

Inserito il - 24 febbraio 2008 : 11:02:57  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di n/a Invia a n/a un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
A livello di sbocchi lavorativi cosa cambia tra biologia e biotecnologie?
(Anche come possibilità di carriera, etc.)
Torna all'inizio della Pagina

gigisc
Nuovo Arrivato

Prov.: Torino
Città: torino


10 Messaggi

Inserito il - 24 febbraio 2008 : 14:43:03  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di gigisc Invia a gigisc un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Il biologo è una figura più versatile rispetto al biotecnologo, ma se sei convinto che il settore genetico-biomolecolare sia il tuo futuro allora è meglio biotecnologie.

Per quanto riguarda l'aspetto MEDICO-CLINICO di laboratorio, un biologo può accedere a tutte le scuole di specializzazione mediche di questa categoria (biochimica clinica, patologia clinica, microbiologia e virogia, ...) ma assumendo esclusivamente funzioni tecnico-specialistiche esecutive: qualcosa in più rispetto al tecnico sanitario di laboratorio biomedico (che però studia solo 3 anni e non 10).

Per quanto concerne l'insegnamento, il laureato in biotecnologie e quello in biologia hanno le stesse competenze: possono iscriversi alla SISS (scuola di specializzazione biennale), sempre che riescano a superare il test di accesso.













Torna all'inizio della Pagina

Roby86_
Nuovo Arrivato



52 Messaggi

Inserito il - 24 febbraio 2008 : 14:57:02  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Roby86_ Invia a Roby86_ un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Perchè un biologo è più versatile di un biotecnologo?La mia prof di biochimica strutturale ha dovuto cacciare via una tirocinante di biologia perchè in laboratorio era un disastro!Se poi ti riferisci al bagaglio teorico allora se ne può discutere...
Torna all'inizio della Pagina

teo
Nuovo Arrivato



74 Messaggi

Inserito il - 24 febbraio 2008 : 16:23:14  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di teo Invia a teo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
cambia settore completamente...la situazione è tragica!!!! vai ad economia
Torna all'inizio della Pagina

la_fra
Utente

betty



750 Messaggi

Inserito il - 24 febbraio 2008 : 19:03:07  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di la_fra  Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da teo

cambia settore completamente...la situazione è tragica!!!! vai ad economia


si perchè li chi non è figlio di o amico di cosa fa?va a lavorare in banca se trova un posto e magari lo faceva anche senza far 5 anni di economia la situazione lavorativa è tragica ovunque! vallo a dire a tutti i laureati con 110 e lode che sono a spasso o lavorano per 4 soldi..
io non penso che il bagaglio teorico di un biologo sia più completo di quello di un biotecnologo in assoluto dato che in italia ci sono mille diverse lauree magistrali e indirizzi sia x biologia che x biotecnologie, io sto facendo biotech mediche con indirizzo oncologico come posso paragonare il mio "bagaglio di conoscenze" a quello di un biotecnologo agro-industriale o di un biologo marino? anche per quello che riguarda l'esperienza di lab se ne può discutere perchè a biotech si farà piu lab ma poi dipende sempre a) dalle singole capacità e attitutidini individuali b)da come è organizzata la facoltà(io se restavo a pd a far la specialistica avrei iniziato il tirocinio a gennaio di quest'anno, V anno, a milano l'ho iniziato a marzo dell'anno scorso..sicuramente sto imparando molto piu qui!)

Doctors are men who prescribe medicines of which they know little, to cure diseases of which they know less, in human beings of whom they know nothing (Voltaire)
Torna all'inizio della Pagina

puccio
Utente Junior

Prov.: Piacenza
Città: cortemaggiore


238 Messaggi

Inserito il - 24 febbraio 2008 : 20:17:42  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di puccio Invia a puccio un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
la fra ha perfettamente ragione...
l unica laurea che ti consente di lavorare in qsto settore e la laurea in medicina.
le altre sono tutte fine a se stesse..da biologia a biotecnologie se ti piacciono qste materie approfondiscile qdo sei specializzante a medicina.

L italia e una *****..
a proposito ieri ho conosciuto un laureato in biotecnologie triennale che guadagna 40.000dollari all anno, orari flessibili ha 24 anni, prospettive di carriera..peccato che abiti a boston e si sia trasferito a NEW YORK.
ps; lo conosciuto perche sua sorella e una mia amica canadese che vive vicino a me.
Torna all'inizio della Pagina

la_fra
Utente

betty



750 Messaggi

Inserito il - 24 febbraio 2008 : 20:46:49  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di la_fra  Rispondi Quotando
si puccio guarda io so che una ragazza che si è laureata nel mio CdL un paio d'anni fa, dopo aver fatto la tesi dove sto facendo io (all'INT di milano) l'hanno tenuta un anno come borsista ma poi si è trasferita a philadelphia perchè ha seguito il ragazzo. anche lei ha trovato lavoro e prende qualcosa come 3600 euro al mese.. il commento è lo stesso tuo

Doctors are men who prescribe medicines of which they know little, to cure diseases of which they know less, in human beings of whom they know nothing (Voltaire)
Torna all'inizio della Pagina

beba
Nuovo Arrivato


Città: Trento


2 Messaggi

Inserito il - 25 febbraio 2008 : 12:58:40  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di beba Invia a beba un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
ciao a tutti!pure io mi sono appena registrata..e pure io ho bisogno di chiedere dei consigli sulla strada universitaria da seguire!il fatto è che sono stra confusa..l anno scorso ho fatto il test per tecnico di laboratorio a rovereto..che purtroppo non è andato bene..e non avendo altre opzioni fattibili mi sono decisa a cercare lavoro per qst anno(dp 2 mesi di ricerca finalmente c sono riuscita) per poi ritentare qsto settembre..!ovviamente la mia testolina nn può stare ferma..ma continuare a pensare pensare e valutare..in qsti mesi ho sentito mille camapane che mi hanno solo causato più confusione che altro..per es mi hanno detto che nn è assolutamente vero che per i tlb ci sia lavoro..mah..in più mi attira un sacco il lavoro del biologo che da qnto ho capito lo potrei diventare anche cn biotecnologie agro industriali+specializzazione a verona...io vorrei in un domani avere un lavoro dinamico..attivo..che mette tutti i giorni in moto la mia creatività e curiosità! dopo avervi raccontanto la mia noiosa parpardella, cè qualcuno che sa darmi consigli su qste due professioni e relativi corsi di laurea???grazie mille in anticipo!!
Torna all'inizio della Pagina

metodico
Nuovo Arrivato

Prov.: Torino
Città: chivasso


65 Messaggi

Inserito il - 28 febbraio 2008 : 21:03:54  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di metodico  Clicca per vedere l'indirizzo MSN di metodico Invia a metodico un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
la classifica Istat da anni parla chiaro: sono gli ingegneri quelli che hanno più possibilità di trovare facilmente lavoro in Italia.
Excelsior, l’indagine condotta da Unioncamere e Ministero del Lavoro su oltre 100mila imprese di ogni dimensione e settore di attività premia invece gli economisti, seguiti dagli ingegneri, medici e paramedici, ma anche chimici-farmacisti. Fortemente in crescita, però, anche la domanda di diplomati, che nel 2007 supera le 293mila unità (contro le 235mila del 2006), pari al 34,9% dei posti di lavoro messi a disposizione dal settore privato. Tra i diplomi più richiesti quest’anno - e in deciso aumento rispetto al 2006 – quello dell’indirizzo amministrativo e commerciale (99.500 entrate contro le 76.400 dell’anno precedente), che si conferma il più richiesto dalle imprese (concentra infatti da solo ben un terzo delle richieste complessive di diplomati). Spicca quest’anno anche la crescita dell’indirizzo turistico-alberghiero (26.600 assunzioni, +6.500 in confronto al 2006), che supera l’indirizzo meccanico (che, con 2.200 entrate in più, arriva a sfiorare le 23.000 entrate). Segue l’indirizzo elettrotecnico (10.600 assunzioni), mentre quello edile si conferma al quinto posto nelle richieste degli imprenditori.
http://www.alagoas.it

la scienza è progresso
Torna all'inizio della Pagina

badboy25
Nuovo Arrivato



4 Messaggi

Inserito il - 29 febbraio 2008 : 10:13:36  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di badboy25 Invia a badboy25 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
e tra gli ingenieri ?? quelli in area chimica e biomedica come sono messi ?? hanno sbocchi ??...

stavo valutando questi corsi:

chimica
ingegneria chimica
ingegneria biomedica

voglio però fare un 3+2 ... cosa me pensate ??

Torna all'inizio della Pagina

metodico
Nuovo Arrivato

Prov.: Torino
Città: chivasso


65 Messaggi

Inserito il - 01 marzo 2008 : 17:00:29  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di metodico  Clicca per vedere l'indirizzo MSN di metodico Invia a metodico un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
ciao a tutti
gli ingegneri biomedici forse hanno più difficoltà a trovare un lavoro rispetto agli ingegneri chimici. Io posso parlare di esperienze personali: nel settore ambientale dove lavoro gli ingegneri chimici ricoprono diversi e importanti ruoli quali: responsabile qualità servizi raccolta rifiuti, discariche, depurazione fanghi, emissioni impianti a biomassa, biogas. Nel settore gestione acque responsabile siti di depurazione e fanghi, analisi delle acque. In tutte le società un ingegnere chimico è indispensabile.

la scienza è progresso
Torna all'inizio della Pagina

badboy25
Nuovo Arrivato



4 Messaggi

Inserito il - 03 marzo 2008 : 09:12:22  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di badboy25 Invia a badboy25 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
..forse non c'entra.. però nella scetla del cdl sei al corretne del nuovo metodo e test per l'accesso a medicia ?? se prima era difficile adesso molto molto piu difficile con la nuova legge di mussi d.leg nr.21 del 07/02/2008...
Torna all'inizio della Pagina

la_fra
Utente

betty



750 Messaggi

Inserito il - 03 marzo 2008 : 19:44:08  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di la_fra  Rispondi Quotando
meglio fanno bene, comunque è OT ed è già stato ampiamente discusso in un altro thread

Doctors are men who prescribe medicines of which they know little, to cure diseases of which they know less, in human beings of whom they know nothing (Voltaire)
Torna all'inizio della Pagina

Ayla
Utente Junior

guardiano

Città: Wageningen


573 Messaggi

Inserito il - 04 marzo 2008 : 11:53:03  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Ayla Invia a Ayla un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Guarda, sarò anche demodé, ma la mia risposta va oltre le eventuali possibilità lavorative, che uno poi in un modo o nell'altro si crea.
ti dico questo: fai medicina se vuoi CURARE CHI STA MALE, biologia o biotech se vuoi FARE RICERCA. Sarò scema, ma la penso così!
A livello pratico, cmq, tra le ultime due non c'è questa grande differenza.
Torna all'inizio della Pagina

metodico
Nuovo Arrivato

Prov.: Torino
Città: chivasso


65 Messaggi

Inserito il - 04 marzo 2008 : 13:23:26  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di metodico  Clicca per vedere l'indirizzo MSN di metodico Invia a metodico un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
A livello pratico si intende a livello lavorativo perchè senza lavoro è difficile poter "praticare" !. E tenendo conto delle restrizioni che ci sono in Italia sulla ricerca biotech (vedi prodotti OGM) sulle staminali e i pochi finanziamenti alla ricerca, lo scarso rapporto tra impresa, strutture finanziarie specializzate e centri di ricerca, le possibilità lavorative nel biotech mi sembrano poco promettenti.

la scienza è progresso
Torna all'inizio della Pagina

Ayla
Utente Junior

guardiano

Città: Wageningen


573 Messaggi

Inserito il - 04 marzo 2008 : 14:25:25  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Ayla Invia a Ayla un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Quello che intendevo io è che a conti fatti, se uno lo dimostra con le proprie competenze, può lavorare in una vasta gamma di settori (sempre che ci sia lavoro, chiaro), a prescindere dalla laurea che ha.
Torna all'inizio della Pagina

metodico
Nuovo Arrivato

Prov.: Torino
Città: chivasso


65 Messaggi

Inserito il - 10 marzo 2008 : 17:56:41  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di metodico  Clicca per vedere l'indirizzo MSN di metodico Invia a metodico un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
si direi che la differenza principale ma fondamentale è che con alcune lauree come ingegneria o medicina, economia e commercio, chimico-farmaceutico, è più facile trovare lavoro perchè il numero di laureati è inferiore (quindi è maggiore la domanda rispetto l'offerta), mentre per altre tipologie di lauree, esiste un numero maggiore di laureati, quindi più competizione, e solo i più bravi (a parte i soliti raccomandati) e più competenti riescono a trovare un lavoro consono a quello che hanno studiato.

la scienza è progresso
Torna all'inizio della Pagina

Serenarhcp
Nuovo Arrivato

Prov.: Brindisi
Città: Mesagne


2 Messaggi

Inserito il - 22 marzo 2008 : 10:04:53  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Serenarhcp Invia a Serenarhcp un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Salve a tutti sn nuova, vorrei un consiglio, sono parecchio in crisi con la scelta della facoltà, il mio sogno sarebbe biologia però lo sto abbandonando visto che dovrei essere un pò più realista e guardare che il lavoro per questo non c'è..come mi dicono in molti, allora sto valutando fisioterapia.. che ne pensate? Potete darmi info concrete magari per vostra esperienza? E poi volevo chiedervi, per lavorare in un laboratorio di analisi, quale laurea servirebbe? Grazie

Serena Rossi
Torna all'inizio della Pagina

metodico
Nuovo Arrivato

Prov.: Torino
Città: chivasso


65 Messaggi

Inserito il - 25 marzo 2008 : 19:01:20  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di metodico  Clicca per vedere l'indirizzo MSN di metodico Invia a metodico un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
la fisioterapia, come altre discipline possibili (infermieristica, ostetria, radiologia) che riguardano le lauree triennale della Facoltà di Medicina e Chirurgia, sono una valida alternativa al più faticoso e lungo percorso per diventare medico specialistico. Le opportunità lavorative sono interessanti in particolare modo per il settore infermieristico, dove spesso si sente dire che gli ospedali devono ricorrere a personale estero.
Con laboratorio di analisi credo ti riferisci a laureati in Chimica. Settore interessante perchè coinvolge molti settori da quello ambientale a quello industriale, farmaceutico, alimentare. Ma anche i biologi e medici conducono analisi di laboratorio. Quello chimico comunque è un settore che da molte possibilità lavorative.
http://www.alagoas.it

la scienza è progresso
Torna all'inizio della Pagina

Serenarhcp
Nuovo Arrivato

Prov.: Brindisi
Città: Mesagne


2 Messaggi

Inserito il - 25 marzo 2008 : 19:11:30  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Serenarhcp Invia a Serenarhcp un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
grazie mille per il consiglio, sei stato molto chiaro. Un'altra domanda: sapresti dirmi qualcosa su biologia agroalimentare e della nutrizione? offre buone possibilità?

Serena Rossi
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione  

Quanto è utile/interessante questa discussione:

 Nuova Discussione  Nuovo Sondaggio Nuovo Sondaggio
 Rispondi Aggiungi ai Preferiti Aggiungi ai Preferiti
Cerca nelle discussioni
Vai a:
MolecularLab.it © 2003-14 MolecularLab.it Torna all'inizio della Pagina