Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Prostata, fermato in topi con licopene e vitamina E


Basse dosi di un estratto di pomodoro e vitamina E inibiscono insieme la crescita del tumore alla prostata nei topi.
La terapia sperimentale e al momento cominciata anche su alcuni pazienti in u

Basse dosi di un estratto di pomodoro e vitamina E inibiscono insieme la crescita del tumore alla prostata nei topi.
La terapia sperimentale e' al momento cominciata anche su alcuni pazienti in una sperimentazione di fase due coordinata da Jacqueline Limpens del Dipartimento di Urologia al Josephine Nefkins Institute presso l'Erasmus Medical Center di Rotterdam.
L'annuncio arriva dal congresso europeo sui progressi terapeutici nei tumori in corso a Ginevra dove i ricercatori olandesi hanno riportato i risultati positivi dei test sui roditori.
Il licopene e' una sostanza della famiglia dei carotenoidi che conferisce il colore rosso a pomodori e altri ortaggi, nonche' ad alcuni frutti. Gia' in precedenza studi epidemiologici avevano dimostrato un effetto protettivo del licopene contro il cancro alla prostata ma finora non vi erano stati degli studi dei suoi effetti diretti sul tumore.
Gli scienziati hanno iniettato nei topolini cellule tumorali umane di cancro alla prostata.
Poi li hanno divisi in due gruppi, a uno dei quali hanno somministrato una sostanmza inerte (placebo). Agli altri hanno somministrato varie terapie: basse o alte dosi di licopene sintetico, basse o alte dosi di vitamina E sintetica, oppure insieme basse dosi di licopene e vitamina E.
La terapia con basse dosi di licopene da solo dimezza la capacita' di crescita del tumore. Ma l'effetto inibitore piu' forte e' dato dalla terapia combinata che riduce la crescita neoplastica del 73%, rilevano gli scienziati. Anche i livelli di antigene specifico prostatico (PSA) seguono lo stesso andamento, scendendo cioe' sotto l'effetto delle terapie ma non con la somministrazione di placebo.
Questo dato e' importante, precisano gli scienziati, perche' fornisce loro un ulteriore parametro di riferimento per verificare l'efficacia delle terapie nei trial clinici.
''E' rilevante che, come molti chemoterapici noti - dichiara Limpens - anche la terapia a base di licopene e vitamina E funziona bene a dosi non elevate''.
Prima di pensare a un farmaco a base di queste sostanze pero', avverte Limpens, bisogna concludere le sperimentazioni cliniche in corso e stabilire la somministrazione piu' efficace.
In seguito, suggerisce la ricercatrice, si potranno anche allestire ulteriori studi sui topi prima e poi su uomini, per verificare anche l'efficacia preventiva di questo mix di sostanze.
Intanto e' bene che tutti gli uomini conducano una vita sana e seguano una dieta bilanciata che garantisca loro il giusto apporto di questi nutrienti, conclude Limpens.

Fonte: Ansa (01/10/2004)
Pubblicato in Cancro & tumori
Tag: Prostata
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy