Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

In fascia H molecola che protegge cellule da virus hiv


Anche in Italia e disponibile la molecola anti-Aids capostipite degli inibitori della fusione, che agisce cioe bloccando il virus Hiv prima che questi entri nella cellula. Il farmaco e stato inseri

Anche in Italia e' disponibile la molecola anti-Aids capostipite degli inibitori della fusione, che agisce cioe' bloccando il virus Hiv prima che questi entri nella cellula. Il farmaco e' stato inserito nella fascia H del prontuario ed e' quindi a completo carico del Servizio sanitario nazionale. Lo hanno annunciato gli esperti italiani di Aids riuniti oggi a Taormina.
La nuove molecola, chiamata enfuvirtide, e' ora a disposizione delle persone colpite in Italia dal virus Hiv, stimate in oltre 100.000, solo 40.000 delle quali seguono una cura.
Sebbene le indicazioni attuali ne prevedano l'uso solo quando le altre terapie falliscono perche' il virus e' diventato resistente, secondo gli esperti la nuova molecola andrebbe utilizzata in associazione con i farmaci tradizionali gia' disponibili.
Si sta anche valutando l'opportunita' di utilizzare questa molecola come prima terapia per le persone (ormai il 40% dei casi) che giungono tardi alla diagnosi di malattia.
La decisione di passare in fascia H la molecola e' stata presa sulla base dei risultati degli studi Toro, dai quali e' emerso che l'enfuvirtide permette di tenere sotto controllo per quasi due anni le forme del virus resistenti nl 17% dei pazienti (a fronte di sei mesi nell'8% dei pazienti con le terapie tradizionali). Per l'infettivologo Adriano Lazzarin, dell'universita' Vita Salute-San Raffaele di Milano, il risultato piu' importante di questi studi e' ''l'aumento dei CD4, cioe' le cellule del sistema immunitario colpite dal virus oltre il valore soglia di 100, che si registra nel 31% dei casi e si prolunga sempre per 96 settimane contro il 10% degli antiretrovirali tradizionali, che arrivano appena a 48 settimane''.
Sempre nell'incontro di Taormina e' stato presentato il libro ''Aids, porte chiuse al virus'' che, con un linguaggio semplice informa pazienti e cittadini sull'infezione, la sua epidemiologia, i modi di trasmissione, le terapie, gli effetti collaterali e le ultime novita' della ricerca. Promosso dalla Societa' Interdisciplinare per lo Studio delle Malattie Sessualmente Trasmissibili (Simast), il libro sara' diffuso nelle divisioni di Infettivologia italiane.

Fonte: Ansa (17/12/2004)
Pubblicato in Medicina e Salute
Tag: hiv, farmaco
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Dossier Aiuta la RicercaWorld Community Grid per aiutare la ricerca scientifica
Aiuta la ricerca scientifica!
Cancro, AIDS, SARS, malaria:
Il modo diretto e facile per lo sviluppo di nuove cure.
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della Societ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy