Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

CDC, concreto rischio pandemia da ceppi diversi per influenza aviaria


l rischio di una pandemia provocata dal virus dellinfluenza dei polli e assolutamente concreto. Lo sostiene Nancy Cox, del Centro per il Controllo e la Prevenzione della Malattie americano (Cdc), ch

l rischio di una pandemia provocata dal virus dell'influenza dei polli e' assolutamente concreto. Lo sostiene Nancy Cox, del Centro per il Controllo e la Prevenzione della Malattie americano (Cdc), che avverte: ''l'influenza dei polli ha il potenziale per diventare pandemia''. E se il ceppo H5n1, che ha gia' ucciso in Asia 42 persone, rappresenta attualmente il candidato piu' accreditato di una possibile pandemia influenzale, sono in realta' diversi i ceppi per i quali e' stato dimostrato il salto di specie e che potrebbero rivelarsi responsabili dell'esplosione di un'epidemia mondiale.
Il virus dei polli, secondo la Cox, potrebbe mutare scambiando materiale genetico con il virus dell'influenza umana, e cio' creerebbe le condizioni ideali per una diffusione rapida attraverso le vie respiratorie.
Impossibile, secondo l'esperta del Cdc americano, prevedere in questo momento le conseguenze di una potenziale pandemia.
''Potremmo avere una pandemia modesta, come quella del 1968 - ha detto la Cox in occasione di un incontro dell'American Association for the Advancement of Science - oppure potremmo trovarci di fronte a una pandemia severa, come quella del 1918, ma anche peggiore''.
Anche se il ceppo H5n1 ha sinora ucciso solo 42 persone, il tasso di mortalita' e' del 76%, dato allarmante secondo la Cox, che ha ammesso come ''vedere un cosi' alto tasso di mortalita' desta molta paura''. E' vero anche, tuttavia, che la cifra potrebbe ridimensionarsi se si tiene conto della possibilita' che i casi meno preoccupanti non siano stati presi in considerazione nel calcolo del tasso di mortalita' e uno studio apparso questa settimana sul New England Journal of Medicine, avvalora proprio questa ipotesi.
L'invito della Cox e' quello di tenere alta la sorveglianza e prepararsi nei diversi Paesi a una potenziale emergenza stoccando farmaci antivirali.
Durante lo scorso secolo sono state tre le pandemie influenzali. La prima, nel 1918, nota come Spagnola, ha fatto 50 milioni di vittime nel mondo. La successiva, l'Asiatica, risale invece al 1957, seguita dalla Hong Kong del 1968, che ha fatto un milione di morti.

Fonte: Ansa (22/02/2005)
Pubblicato in Genetica, Biologia Molecolare e Microbiologia
Tag: H5n1, influenza%polli, influenza%aviaria
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy