Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Rischio cancro con staminali adulte


Le cellule staminali provenienti dagli adulti possono essere pericolose se impiegate a scopo terapeutico. Infatti accumulano velocemente delle mutazioni che favoriscono lo sviluppo di tumori.
Ino

Le cellule staminali provenienti dagli adulti possono essere pericolose se impiegate a scopo terapeutico. Infatti accumulano velocemente delle mutazioni che favoriscono lo sviluppo di tumori.
Inoltre queste alterazioni del Dna si verificano anche nei mitocondri, gli organelli cellulari da cui dipende il metabolismo energetico, con effetti sull'organismo difficili da prevedere. ''Per questo - concludono gli autori dello studio internazionale pubblicato sulla rivista Nature Genetics - sarebbe opportuno che, almeno per la sperimentazione clinica, venissero utilizzate solo le staminali embrionali, in quanto il loro genoma subisce meno danni durante la permanenza in provetta''.
''Per quanto riguarda le linee cellulari di staminali adulte il cui impiego e' gia' stato approvato e finanziato dal governo statunitense sarebbe consigliabile - aggiunge l'autore, Aravinda Chakravarti della Johns Hopkins University School of Medicine (Baltimora) - che venissero sottoposte a test mirati per controllare che non abbiano gia' sviluppato mutazioni''.
Precedenti studi avevano suggerito che le mutazioni che si manifestano nelle cellule staminali umane allevate in provetta fossero solo di piccola entita' e, quindi, trascurabili. Tuttavia analisi piu' approfondite e accurate, condotte in collaborazione con l'University of Texas Southwestern Medical Center (Dallas), il National Institute on Aging (NIH, Baltimora), la BresaGen Inc. (Athens) e in strutture di Canada, Svezia e Tailandia (rispettivamente il Robarts Research Institute, la Cellartis AB di Goteborg e la ES Cell International di Singapore), hanno indicato che queste mutazioni sono molto piu' frequenti ed estese di quanto ritenuto finora.
In particolare, i dati hanno mostrato che la gravita' dei danni al Dna, compreso quello mitocondriale, cresce all'aumentare del tempo che le staminali passano in provetta. Tra le principali alterazioni, la ripetizione o la distruzione di lunghe sequenze genetiche e l'attivazione di geni 'silenti' o, al contrario, l'inattivazione di altri geni necessari al funzionamento cellulare. Invece il Dna delle staminali di derivazione embrionale e' risultato piu' stabile. ''Quindi - commenta Chakravarti - e' probabile che per la sperimentazione clinica sara' necessario incrementare il numero di linee cellulari staminali derivate embrioni''.

Fonte: AdnKronos (06/09/2005)
Pubblicato in Genetica, Biologia Molecolare e Microbiologia
Tag: staminali adulte, staminali
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy