Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Gene rende aggressivo melanoma


E un gene lumacone a mettere il turbo alle cellule di melanoma rendendole capaci di dare metastasi in brevissimo tempo e, quindi, conferendogli la sua particolare aggressivita e letalita.
La

E' un gene 'lumacone' a mettere il turbo alle cellule di melanoma rendendole capaci di dare metastasi in brevissimo tempo e, quindi, conferendogli la sua particolare aggressivita' e letalita'.
La scoperta, grazie ai ricercatori del Whitehead Institute for Biomedical Research di Cambridge in Usa, e' molto importante perche' fornisce per la prima volta una spiegazione del fatto che il melanoma sia un tumore aggressivo e senza eguali nella velocita' di diffusione al resto del corpo, cioe' nella sua abilita' a formare metastasi.
Il principale responsabile dell'aggressivita' del melanoma, secondo quanto riferito sulla rivista Nature Genetics, e' il riaccendersi, non appena le cellule diventano maligne, di un meccanismo di migrazione cellulare che e' acceso normalmente solo nell'embrione.
Le metastasi sono un processo per cui le cellule malate si muovono dal tessuto d'origine e vanno a far danni altrove rendendo piu' complicato il lavoro degli oncologi.
Il processo di metastatizzazione e' tuttavia lento in quanto le cellule neoplastiche devono conquistare la via del sangue, poi 'nuotare' al suo interno fino a lasciarlo per introdursi in un nuovo tessuto dove insediarsi.
Eppure da tempo gli scienziati sanno che le cellule di melanoma, tumore della pelle, sono particolarmente abili a far tutto cio', infatti il melanoma e' difficilmente curabile se non diagnosticato precocemente perche' le metastasi compaiono quasi subito nel corpo del paziente.
Il gene 'lumacone', cosi' chiamato per le sembianze che assumono embrioni di moscerini della frutta quando hanno questo gene difettoso, di norma e' attivo solo nell'embrione e da' lo sprint alle cellule embrionali per muoversi e colonizzare i vari tessuti in crescita. In particolare, il gene e' acceso nelle cellule della cresta neurale, una struttura embrionale da cui, appunto per migrazione, si svilupperanno molti tipi cellulari tra cui i melanociti della pelle.
A sviluppo embrionale finito il lumacone si spegne per sempre. Salvo riaccendersi, hanno scoperto gli esperti statunitensi con complessi esperimenti di genetica, nelle cellule di melanoma.
E' lui che le rende cosi' abili a muoversi perche' in pratica conferisce loro lo stesso privilegio, il potere di movimento, delle cellule embrionali, hanno concluso gli esperti fiduciosi che questa scoperta aiutera' gli oncologi a trovare tattiche per aggirare l'aggressivita' del melanoma e arrestare le metastasi.

Fonte: Ansa (06/09/2005)
Pubblicato in Genetica, Biologia Molecolare e Microbiologia
Tag: melanoma, metastasi
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy