Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Il piano anti pandemia aviaria dell'Oms

Copertina National Geographic su rischio Aviaria


Gia da un mese l'Organizzazione mondiale della sanita ha sviluppato un piano di preparazione e risposta alla pandemia influenzale. A illustrare le tappe del Global preparedness plan, che definisce

Gia da un mese l'Organizzazione mondiale della sanita ha sviluppato un piano di preparazione e risposta alla pandemia influenzale. A illustrare le tappe del Global preparedness plan, che definisce gli stadi di una pandemia, sottolinea il ruolo dellOms e fornisce raccomandazioni agli stati membri in relazione alle misure da adottare prima e durante una pandemia e Walter Pasini, responsabile del Centro collaboratore dellOms per la Medicina del Turismo. Secondo quella scala, ci troveremmo oggi nella fase prepandemica, di allerta - spiega lesperto - e precisamente nella fase 3, in cui si verificano infezioni umane con un nuovo sottotipo, ma non esiste un passaggio da uomo ad uomo, o al massimo si contano rari episodi di trasmissione interumana dovuti a stretti contatti.
Nella fase 4, invece, si prevede il verificarsi di piccoli cluster con limitata trasmissione da uomo ad uomo, ma con una diffusione molto localizzata, il che suggerisce che il virus non si adatta ancora bene agli esseri umani. Nella fase 5 i cluster sono pi¨ ampi, il che porta a pensare che il virus incomincia a adattarsi agli umani ma pu˛ non essere pienamente trasmissibile. Nella fase 6 si entra invece nel periodo pandemico, con la trasmissione del virus alla popolazione. In vista della minaccia di una pandemia, lOms - ricorda Pasini - raccomanda che tutti i Paesi assumano azioni urgenti per prepararsi. Nella fase prepandemica in cui ci troviamo - prosegue Pasini - e importante ridurre le possibilita di uninfezione umana e rafforzare il sistema di sorveglianza attiva. Il controllo della malattia nei volatili rappresenta dunque la principale maniera per ridurre le opportunitÓ di infezione umana e il rischio che emerga un virus pandemico.
Nel caso in cui il virus dovesse mutare e riuscire a passare da uomo a uomo, l'obiettivo prioritario sarÓ quello di ritardare la diffusione del virus H5N1 attraverso la somministrazione di antivirali e poi del vaccino specifico. Se dovesse essere dichiarata la pandemia a livello internazionale - dice Pasini, illustrando uno scenario possibile - gli sforzi andranno concentrati sulla riduzione della morbilitÓ, della mortalitÓ e del sovvertimento sociale, con misure atte a ridurre al massimo i contatti interumani e le occasioni di contagio.

Fonte: AdnKronos (27/10/2005)
Pubblicato in Medicina e Salute
Tag: Oms, aviaria, pandemia
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy