Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Vaccini dal batterio dell'ulcera

Realizazzione vaccino in uova


Il batterio che causa l'ulcera e che quest'anno ha valso il premio Nobel per la Medicina agli australiani Berry Marshall e e John Robin Warren, potrebbe trasformarsi in una navetta per vaccina


Il batterio che causa l'ulcera e che quest'anno ha valso il premio Nobel per la Medicina agli australiani Berry Marshall e e John Robin Warren, potrebbe trasformarsi in una navetta per vaccinare contro molte malattie infettive come il morbillo e l'influenza.
A rivelare questa prospettiva terapeutica lo stesso Robin Warren nel corso di un'intervista in occasione della sua lettura magistrale all'Universita' di Roma La Sapienza che precede il suo viaggio a Stoccolma per la consegna ufficiale della prestigiosa onoreficenza.
''So che il professor Marshall sta lavorando all'idea, sta cercando di trovare il modo di usare l'Helicobacter per vaccinare le persone contro altre malattie'', ha spiegato Warren, come il morbillo o l'influenza o altre patologie causate da virus.
Il trucco sarebbe quello di inserire nel codice genetico del batterio dell'ulcera (reso innocuo) i geni per molecole che stimolano il sistema immunitario umano (antigeni) e che siano specifiche per un determinato microrganismo contro cui si vuole immunizzare gli individui.
Infatti, poiche' il batterio puo' rimanere anche mesi nello stomaco, ha spiegato Warren ricordando che proprio questa speciale capacita' dell'Helicobacter di resistere all'ambiente acido dello stomaco aveva fatto si' che intorno alla sua scoperta si alzasse un alto muro di scetticismo tra i colleghi, puo' essere possibile creare una fortissima immunizzazione contro altre malattie di origine infettiva.
Lasciando questi batteri ingegnerizzati con antigeni specifici nello stomaco per lungo tempo, ha spiegato Warren, questo puo' essere secondo il dottor Marshall un modo molto semplice di vaccinare contro altri pericolosi organismi.
In pratica il batterio diventa una navetta che puo' resistere ad un ambiente ostile quale lo stomaco anche per 6-12 mesi e presentare alle cellule immunitarie gli antigeni di un altro microrganismo patogeno, in modo che il corpo impari a difendersi contro quest'ultimo.

Fonte: Ansa (02/12/2005)
Pubblicato in Genetica, Biologia Molecolare e Microbiologia
Tag: Helicobacter, ulcera, morbillo
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy