Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Ormone Bnp indica rischio infarto

Attacco cardiaco


Un ormone-spia aiuta a riconoscere le persone piu a rischio di infarto. La scoperta e tutta italiana e pubblicata sullAmerican Journal of Cardiology. Lo studio - coordinato dal cardiologo Alberto Pala

Un ormone-spia aiuta a riconoscere le persone piu a rischio di infarto. La scoperta e tutta italiana e pubblicata sullAmerican Journal of Cardiology. Lo studio - coordinato dal cardiologo Alberto Palazzuoli del Dipartimento di Medicina interna e malattie metaboliche del Policlinico S.Maria Le Scotte di Siena, in collaborazione con i reparti di Emodinamica e Cardiologia - dimostra che una sostanza prodotta dalle cellule cardiache e nota con la sigla Bnp (Brain Natriuretic Peptide) puo svelare la presenza di aterosclerosi alle coronarie e indicare la gravita dellostruzione.
Lindagine, spiega Palazzuoli in una nota, ha coinvolto 88 pazienti divisi in tre gruppi comprendenti le tre varianti cliniche della cardiopatia ischemica: angina stabile, cioe quella in cui il tipico dolore al petto irradiato al giugulo (parte anteriore e bassa del collo ndr) e al braccio sinistro avviene durante uno sforzo; angina instabile, che si manifesta con dolore a riposo o per sforzi minimi, e infarto del miocardio, in cui la sintomatologia e protratta e associata a morte cellulare.
Ed ecco i risultati delle osservazioni.
Abbiamo valutato i livelli di Bnp in queste persone con cardiopatia ischemica - prosegue Palazzuoli - e abbiamo rilevato che i pazienti con una malattia aterosclerotica dei tre principali vasi coronarici hanno livelli di ormone maggiori rispetto a quelli affetti dalla stessa patologia su uno o due vasi. Inoltre, i livelli di Bnp crescono se la malattia interessa il vaso piu importante, cioe larteria interventricolare anteriore. In pratica, precisano gli autori, questo si traduce in un aiuto molto importante per il medico, non solo per valutare quanto il paziente e a rischio, ma anche per impostare il tipo di terapia e lintensita piu adatta.
La produzione dellormone - evidenziano i ricercatori - rappresenta una difesa, da parte del cuore, contro il danno ischemico prodotto dallaterosclerosi e costituisce quindi un marker importante per valutare la diffusione di questa malattia. Cosa fare dunque in presenza di un quadro clinico di cardiopatia ischemica e di alti livelli di ormone Bnp? Nelle sindromi coronariche acute - conclude Palazzuoli - maggiori sono i livelli di Bnp e maggiore e la possibilitÓ di andare incontro a eventi avversi futuri. Il dosaggio dellormone e quindi in grado di individuare i soggetti in cui larea ischemica del cuore e molto estesa e che necessitano di coronarografia. In tali pazienti serve una terapia piu intensiva con una rivascolarizzazione precoce.

Fonte: AdnKronos (17/01/2006)
Pubblicato in Biochimica e Biologia Cellulare
Tag: Bnp, infarto
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Neuroni Specchio
Evento: Science & You
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy