Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Onde elettromagnetiche migliorano il linguaggio dei malati d'Alzheimer

rTMS: Stimolazione magnetica transcranica ripetuta


La stimolazione magnetica transcranica può portare a progressi nella conoscenza e terapia delle malattie neurologiche

Secondo uno studio italiano condotto dai ricercatori dell'Irccs Centro S.Giovanni di Dio-Fatebenefratelli di Brescia in collaborazione con l'Università Vita-Salute San Raffaele di Milano e l'Università Campus Biomedico di Roma, le onde elettromagnetiche migliorano il linguaggio dei pazienti affetti da Alzheimer. La ricerca è pubblicata sulla rivista Archives of Neurology.
I pazienti sono stati sottoposti ad una stimolazione magnetica, in corrispondenza della corteccia prefrontale, ossia la parte più anteriore del cervello, di entrambi gli emisferi cerebrali. Durante questo test, i pazienti dovevano denominare delle immagini che apparivano su uno schermo.

Maria Cotelli dell'Irccs Fatebenefratelli di Brescia spiega che la ricerca ha dato risultati interessanti e promettenti. Questi apriranno la strada a nuovi studi sugli effetti terapeutico-riabilitativi della stimolazione magnetica transcranica nei pazienti con malattia di Alzheimer e altre forme di malattie neurodegenerative.
La stimolazione magnetica transcranica (Tms) è costituita da un generatore di corrente elettrica ad elevata intensità, che viene scaricata su una sonda di rame fatta a spire. La corrente circolando in queste spire crea attorno alla sonda un campo magnetico molto forte (più di una risonanza magnetica), ma per un tempo molto breve, meno di un millesimo di secondo. Appoggiando questa sonda sulla testa il campo magnetico oltrepassa la pelle e le ossa del cranio senza provocare alcun dolore, e stimolando le cellule nervose induce un'attività a livello corticale.
Finora la Tms era utilizzato per scopi medici, per la ricerca o la diagnostica. "Questo studio - aggiunge Maria Cotelli - ne sottolinea il potenziale ruolo terapeutico in quanto capace di modificare l'attività cerebrale in modo focalizzato e non invasivo e può condurre ad importanti progressi nella conoscenza delle relazioni tra attività cerebrali, la fisiopatologia delle malattie neurologiche e il loro trattamento."

Redazione MolecularLab.it (27/12/2006)
Pubblicato in Medicina e Salute
Tag: rTMS, Alzheimer, magnetica, transcranica
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Dossier Aiuta la RicercaWorld Community Grid per aiutare la ricerca scientifica
Aiuta la ricerca scientifica!
Cancro, AIDS, SARS, malaria:
Il modo diretto e facile per lo sviluppo di nuove cure.
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della Società Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Neuroni Specchio
Evento: Science & You
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy