Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Crescita radice in mutanti di Arabidopsis in rapporto alla gravitÓ

Ricercatore agrario


Sono stati isolati e caratterizzati 4 nuovi mutanti della radice, che rispondono diversamente alla gravitÓ

Sono stati isolati quattro nuovi mutanti delle radice primaria, in piante di Arabidopsis: clg1, rha1, P58, P60. Questo Ŕ stato possibile grazie allo screening di alcune migliaia di individui delle collezioni di semi mutagenizzati Feldmann (Du Pont) e Wisman (Max Plance Institute di Colonia). Di questi solo il mutante P60 non Ŕ ancora stato caratterizzato.
MUTANTE clg1: Ŕ mutato per un carattere recessivo che si trasmette attraverso un meccanismo mendeliano. La radice primaria del mutante Ŕ caratterizzata da uno slanting destrorso molto accentuato, da una risposta gravitropica ridotta e dalla resistenza alla presenza di etilene nel mezzo. Il gene causa della mutazione Ŕ stato mappato sul cromosoma 5 di Arabidopsis e non essendo risultato tagged per un inserto di T-DNA, ne Ŕ stato rincviato il clonaggio.
MUTANTE rha1: la sua radice primaria presenta scarso o nullo slanting destrorso, o anche slanting sinistrorso (mentre il tipo selvatico ha un chiaro
slanting destrorso).
La radice Ŕ caratterizzata da ridotto gravitropismo. Il carattere mutato Ŕ recessivo e viene trasmesso attraverso un meccanismo mendeliano. La radice del mutante Ŕ resistente all'azione dell'auxina, agli inibitori del trasporto della stessa e all'etilene.
Il mutante rha1 Ŕ risultato tagged per un inserto di T-DNA nel gene e quindi Ŕ stato possibile clonarlo tramite la tecnica TAIL-PCR ed Ŕ risultato essere un nuovo Heat Shock Factor di Arabidopsis. Vista la resistenza all'auxina, il fattore potrebbe essere un regolatore della fosfatasi 2 A.
Il gene Ŕ mappato sul cromosoma 5 di Arabidopsis, sopra al marker RFLP mi61.
Al momento si stanno facendo degli studi sull'espressione funzionale del gene attraverso tecniche RT-PCR e geni reporter.
MUTANTE P58: Ŕ resistente all'auxina, all'etilene e agli inibitori del trasporto dell'auxina. E' del tutto agravitropico.
Il gene risulta tagged per un elemento trasponibile En-1 e quindi il clonaggio sembra possibile.
Sono state svolti anche studi riguardo l'effetto della microgravitÓ simulata sullo sviluppo della radice primaria di Arabidopsis sia in tipi selvatici che mutanti totalmente o solo parzialmente agravitropici. I risultati di questi hanno dimostrato che la mancanza di gravitÓ induce nei tipi selvatici la formazione di larghi loops destrorsi ma nessun coil stretto e come quindi la circumnutazione della radice sia chirale, in senso destrorso. Nel caso dei mutanti agravitropici e auxinici non si Ŕ prodotta alcuna circumnutazione chirale, ma solamente processi random.
Il risultato finale dello studio sembra dimostrare che il trasporto e l'azione dell'auxina sono fondamentali per guidare la risposta gravitropica ma anche la circumnutazione.

Redazione MolecularLab.it (15/03/2007)
Pubblicato in Genetica, Biologia Molecolare e Microbiologia
Tag: Arabidopsis
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy