Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Nuovo farmaco contro diabete di tipo 2

Iniezione di insulina


La molecola Exenatide migliora la funzionalità delle beta cellule pancreatiche e fa perdere peso

In Italia nei prossimi otto mesi arriverà un nuovo trattamento per il diabete di tipo 2 non orale e si è dimostrato in grado di far perdere peso e di migliorare la funzionalità delle beta cellule del pancreas. Si tratta della molecola exenatide ed è stato sviluppato grazie allo studio del metabolismo della lucertola Gila Monster. E' la prima molecola di una classe di farmaci detti incretino-mimetici ed è stato autorizzato dalla FDA e alla fine del 2006 anche dall'EMEA. Negli studi, il farmaco è risultato ben tollerato genericamente. L'effetto collaterale che si presenta più frequentemente è la nausea (da lieve a moderata) e colpisce meno della metà dei pazienti e solitamente diminuisce con l'andare del tempo.
Francesco Giorgino, Direttore dell'U.O. di Endocrinologia presso l'Azienda Ospedaliera Policlinico di Bari e professore ordinario di Endocrinologia e Malattie del Metabolismo dell'Università degli Studi di Bari, ha spiegato: "Il meccanismo d'azione di exenatide, volto a recuperare la funzionalità delle beta cellule, dimostra di avere pari efficacia rispetto alla somministrazione di insulina per via iniettiva.
I dati dello studio presentati dimostrano come aggiungere exenatide al farmaco orale prima dell'uso dell'insulina può aiutare i diabetici di tipo 2 ad ottenere lo stesso controllo della glicemia che si ottiene con l'uso di insulina e a perdere peso". La perdita di peso è chiaramente dimostrata nei pazienti diabetici di tipo 2 e questo effetto è rilevante poichè spesso si tratta di persone sovrappeso o obese, con resistenza all'insulina e alto rischio di complicazioni cardiovascolari. Inoltre il trattamento con exenatide insieme alla perdita di peso, riduce anche i livelli di lipidi nel sangue e i livelli di pressione arteriosa".
Negli Stati Uniti questo farmaco è già utilizzato da più di due anni e ha ottenuto una preferenza da parte delle donne. "La maggiore compliance per questo trattamento da parte delle donne - continua Giorgino - si può spiegare con la maggiore attenzione che ha il sesso femminile per il proprio corpo e la capacità di exenatide di far perdere peso. Inoltre, l'aspettativa di vita solitamente maggiore rispetto all'uomo costringe le donne diabetiche a più lunghi periodi di trattamento con insulina e, quindi, ad un aumento di peso che exenatide potrebbe consentire invece di evitare".
Vera Buondonno Lombardi, Presidente Fand (Associazione Italiana Diabetici) ha spiegato: "Quando ad un paziente diabetico di tipo 2 viene consigliato il passaggio da ipoglicemizzante orale ad insulina si va incontro a due tipi di problemi: il primo di natura psicologica, perché il paziente si sente costretto a sottoporsi all'ultimo trattamento a disposizione, e il secondo di natura fisica, in quanto il passaggio a insulina comporta un aumento di peso significativo e i conseguenti problemi associati. L'arrivo di exenatide può rappresentare, quindi, una nuova strada che risolve in parte, ma efficacemente, questo tipo di problemi. Il suo effetto registrato sulla funzionalità delle cellule beta del pancreas, inoltre, è una speranza in più per chi è affetto da una patologia che fino ad oggi non è considerata guaribile".
I nuovi dati della sperimentazione sono presentati a Chicago al 67° Congresso dell'American Diabetes Association.

Redazione MolecularLab.it (28/06/2007)
Pubblicato in Biochimica e Biologia Cellulare
Tag: exenatide, diabete
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy