Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Nuovo progetto World Community Grid per analisi di dati per debellare i flavivirus

MolecularLab.it partner del World Community Grid


Il progetto Discovering Dengue Drugs-Together (DDDT) cerca di debellare i virus che causano epatite C, febbre gialla e dengue

Il Discovering Dengue Drugs - Together (DDDT), il progetto più recente del World Community Grid, l'iniziativa filantropica supportata da IBM, in collaborazione con l'Università di Chicago e l'Università del Texas, invitano a donare i tempi morti del proprio computer a favore della ricerca, per contribuire ad elaborare l'enorme quantità di dati in possesso dei ricercatori per mettere a punto delle terapie in grado di debellare i flavivirus, virus responsabili di alcune malattie ancora incurabili come febbre gialla, epatite C, dengue, infezione da virus del Nilo Occidentale che colpiscono ogni anno milioni di persone nei paesi in via di sviluppo.
Per poter analizzare, infatti, tutti i dati a disposizione degli scienziati servirebbero 50 mila anni di calcoli ma se 100 mila persone mettessero a disposizione il proprio computer per una settimana, i tempi biblici si dimezzerebbero.
Gli scienziati hanno studiato la struttura del virus e hanno sviluppato una strategia teorica capace di inibirne la moltiplicazione.
Il virus per diffondersi, sintetizza due enzimi capaci di destabilizzare i legami della proteina che lo compone, innescandone il ciclo replicativo.
La prima fase del progetto DDDT si concentra proprio su questo: grazie ad alcuni algoritmi sviluppati dallo Scripps Research Institute per il progetto FightAIDS@home verrà simulata l'associazione dell'enzima con sei milioni di diverse molecole già utilizzate per la cura di altre malattie, attingendo ai dati ospitati dall'archivio dell'Università di San Francisco. La seconda fase prevede la scrematura dei risultati verranno in base alla loro efficacia nell'inibire la reazione che permette al virus di replicarsi, per poi procedere ai test di laboratorio.
Stanley Litow, presidente della IBM International Foundation ha annunciato: 'Chiunque sia in possesso di un computer e di una connessione a Internet potrà partecipare alla ricerca della soluzione di un problema tanto critico. Con la semplice donazione dei cicli di calcolo del proprio computer, nei momenti in cui è inutilizzato, potremo velocizzare il passaggio dalla prima alla seconda fase della ricerca".
Per prendere parte a questo importante progetto basta registrarsi a World Community Grid ed installare il software, analogamente ad altre iniziative che sfruttano il ciclo di clock dei volontari per gli intenti più disparati, dalla caccia agli alieni all'elaborazione di modelli climatici, dalla ricerca medica allo studio delle origini dell'universo.

Redazione MolecularLab.it (24/09/2007)
Pubblicato in Biochimica e Biologia Cellulare
Tag: DDDT, world community grid, epatite C, dengue, febbre gialla, flavivirus
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Dossier Aiuta la RicercaWorld Community Grid per aiutare la ricerca scientifica
Aiuta la ricerca scientifica!
Cancro, AIDS, SARS, malaria:
Il modo diretto e facile per lo sviluppo di nuove cure.
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy