Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Scoperto il gene che influenza la risposta dell'organismo al consumo di alcool

Alcol


Il gene Cyp2E1 è responsabile dell'aumento di quattro volte del rischio di ammalarsi di cirrosi epatica

E' stato identificato il gene Cyp2E1 che predispone all'alcolismo. La scoperta è stata fatta da un team di ricercatori inglesi. Presto, probabilmente nel giro di circa dieci anni, ogni individuo potrà sapere quanto alcol può bere senza mettere in pericolo la propria salute.
Proprio in Inghilterra, è ancora aperto il dibattito per stabilire quale sia il livello di alcol considerato sicuro, dopo che un nuovo studio ha evidenziato come siano le zone più benestanti del Paese quelle che stanno affrontando un numero sempre maggiore di alcolizzati. Al momento, rimane in vigore l'orientamento governativo risalente al 1987, secondo il quale il limite sicuro è di 21 unità settimanali per gli uomini e 14 per le donne. Tuttavia queste linee guida del governo sarebbero ancora valide, stando al giudizio del prof. Ian Gilmore, presidente del 'Royal College of Psysicians' e specialista delle malattie del fegato all'Università di Liverpool.
Spiega Gilmore: 'E' difficile dire se esiste un livello 'sicuro' di consumo di alcolici e una della ragioni dipende dal fatto che ogni individuo risponde in modo diverso a questo tipo di sollecitazioni'.
Infatti, secondo il professore, solamente il 20-30% dei grandi bevitori, o alcolizzati, sviluppa una malattia epatica. Tuttavia, secondo Gilmore, gli scienziati saranno capaci di stabilire con certezza chi rischia di ammalarsi per problemi legati all'alcool.
Il gene Cyp2E1 è, infatti, il responsabile dell'aumento di quattro volte il rischio di ammalarsi di cirrosi epatica. 'Nel giro di 10 anni - spiega Gilmore - saremo in grado di individuale i singoli geni e di predire se una persona sta mettendo in pericolo la propria salute. E' un diritto di tutti quello di sapere una cosa del genere e la tecnologia ora permette di farlo'. Al contrario del professor Gilmore, la maggioranza degli scienziati sostengono che bere in modica quantità possa addirittura avere degli effetti benefici sulla salute, diminuendo il rischio di infarto grazie alla diminuzione del livello di colesterolo nel sangue. Secondo Gilmore, invece, gli studi che stanno alla base di questa affermazione non sono del tutto validi perché non considerano le persone che non bevono perché sono già malate.
Per questo, il 'Royal College of Psysicians' si è fatto promotore di una campagna volta ad aumentare del 10% la tassazione sugli alcolici in Inghilterra, ad intensificare i controlli sulle aziende e a controllare maggiormente gli annunci pubblicitari che condizionano il consumo di alcolici.
La scoperta del gene Cyp2E1 è stata resa nota dal 'Sunday Express'.

Redazione MolecularLab.it (24/10/2007)
Pubblicato in Biochimica e Biologia Cellulare
Tag: Cyp2E1, cirrosi, alcool, alcolismo, fegato
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy