Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Cellule staminali del tessuto adiposo per la ricostruzione di nervi danneggiati

Struttura Nervo


Entro qualche anno sarà possibile favorire la ricostruzione di nervi danneggiati grazie ad una struttura biotech formata da cellule staminali del tessuto adiposo

Grazie ad uno studio di un gruppo di ricercatori dell'Università di Manchester, diretto da Giorgio Terenghi, tra qualche anno saranno disponibili delle strutture nervose 'bioniche' create da cellule staminali del tessuto adiposo, capaci di riparare i nervi danneggiati. Non sono propriamente dei nervi, ma delle strutture biotech 'guida' che, se inserite nella zona danneggiata, sono in grado di promuovere la ricrescita e la riparazione di un nervo. In pratica si tratta di un 'tutore' artificiale che fornisce supporto meccanico e protezione del nervo che deve ricrescere, grazie alle cellule che contiene, capaci di produrre fattori e molecole favorevoli alla rigenerazione. Questo insieme di biomateriali e terapia cellulare è, secondo i ricercatori, molto promettente e anche passibile di ulteriori miglioramenti.
Il gruppo di Giorgio Terenghi ha isolato dal grasso viscerale di ratto delle cellule staminali rapidamente proliferanti e le ha poi trattate con dei fattori di crescita nervosi e questo ha permesso la loro differenziazione in cellule simili alle cellule di Schwann. Le cellule di Schwann sono delle cellule nervose che normalmente rivestono gli assoni dei neuroni, producendo la mielina, indispensabile al loro funzionamento.
Le cellule simili alle cellule di Schwann, se messe a contatto con i neuroni, stimolano la formazione di prolungamenti e la loro ricrescita, permettendo di ottenere prolungamenti di notevole lunghezza. Ora gli autori dello studio, stanno per iniziare le ricerche con tessuto adiposo proveniente da esseri umani. Dopo aver ottenuto le cellule tipo Schwann, queste verranno trapiantate su un polimero biodegradabile (simile ad un foglio) che verrà poi arrotolato a formare una struttura tubolare che sarà la guida nervosa artificiale da inserire tra i due capi del nervo da riparare.
Nel giro di qualche anno, questa guida nervosa potrebbe essere usata nei soggetti vittime di traumi che hanno subito delle lesioni ai nervi degli arti o di altre parti del corpo, con conseguenti paralisi e perdita di sensibilità. Ma questa non è l'unica applicazione possibile. La guida artificiale potrebbe essere utile anche nei trapianti d'organo, per consentire un completo recupero funzionale ai tessuti funzionali. Inoltre potrà essere utile anche per i pazienti affetti da tumori sviluppati nelle vicinanze di un tronco nervoso, nei quali la rimozione del tumore ha comportato anche la rimozione del nervo.

Redazione MolecularLab.it (25/10/2007)
Pubblicato in Biochimica e Biologia Cellulare
Tag: nervi, adiposo, grasso, sistema nervoso, rigenerazione, staminali
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy