Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Va alla Fondazione Santa Lucia di Roma l'unico finanziamento dell'HFSPO all'Italia

Soldi


Il progetto di Andrea d'Avella sullo studio della capacità di manipolare utensili sarà finanziato con 250mila euro l'anno per tre anni

Delle 60 domande di finanziamento presentate dal nostro Paese all'Human Frontier Science Program Organization (HFSPO), l'unico progetto italiano che si è aggiudicato il finanziamento è stato quello dell'IRCSS Fondazione Santa Lucia di Roma dal titolo “Learning from the unlearnable: probing the architecture of control in tool manipulation”, che riguarda lo studio dei meccanismi della capacità di manipolare utensili.
In totale per il 2008 sono state 611 le domande internazionali di finanziamento per la sezione “Progetti di Ricerca” e solo 18 sono stati giudicati idonei al finanziamento della HFSPO.
Il progetto di studio del dottor Andrea d'Avella, responsabile del Laboratorio di Metodi Computazionali e Biomeccanica della Mano del Dipartimento di Fisiologia Neuromotoria della Fondazione Santa Lucia, è stato presentato in collaborazione con Dinesh Pai del Department of Computer Science dell’University of British Columbia di Vancouver in Canada e si è aggiudicato un finanziamento di 250mila USD l'anno per tre anni, da suddividere tra i due gruppi di ricerca.
Il progetto di d'Avella riguarda lo studio dell'architettura di controllo della capacità di manipolare utensili, uno dei comportamenti umani più sorprendenti e complessi in quanto richiede un rapido ed accurato adattamento del controllo della mano alla dinamica combinata dell’utensile e del sistema muscoloscheletrico.
Attualmente si sa molto poco del modo in cui il sistema nervoso centrale riesca ad acquisire diverse e difficili abilità di manipolazione.
L'approccio che sarà usato dal gruppo di ricercatori è multidisciplinare e innovativo: si baserà sulla simulazione di operazioni chirurgiche sulla mano in un ambiente virtuale multisensoriale altamente realistico. Questa ricerca sarà molto utile non solo a conoscere meglio i meccanismi fondamentali alla base del controllo e dell'apprendimento motorio ma anche alla realizzazione di protocolli riabilitativi neuromotori degli arti superiori più efficaci di quelli attuali, anche mediante l'utilizzo, in una prima fase, di ambienti virtuali multisensoriali.
Il prof. Piergiorgio Strata, membro del Comitato dei Garanti della HFSPO in rappresentanza del Governo italiano, ha dichiarato: “Da alcuni anni l'Italia è in costante declino nelle risorse che porta a casa e questo dimostra che nel campo della ricerca, almeno in quella delle scienze della vita, siamo sempre meno competitivi. Nel 2008 si è toccato il minimo, con un solo progetto di ricerca finanziato, a cui si aggiungono due borse di studio post-dottorato per due scienziati italiani che potranno recarsi negli USA ed un finanziamento per un rimpatrio da questo Paese. E’ un panorama grigio dove brillano solo pochi istituti di eccellenza come la Fondazione Santa Lucia, mentre sono soprattutto le strutture pubbliche a perdere terreno. E questi riscontri dovrebbero fare riflettere sul nostro sistema-ricerca.”
E ha aggiunto: “Se poi consideriamo che nel dicembre 2007 per risolvere il problema dello sciopero dei camionisti si sono sottratti soldi già destinati alla ricerca e che proprio in questi giorni per il prestito all’Alitalia sono stati prelevati 300 milioni di euro dal fondo ricerca ed innovazione, si può soltanto concludere che in Italia per la ricerca la classe politica finora ha fatto solo promesse e nell’ultima campagna elettorale è stata praticamente dimenticata”.
La Human Frontier Science Program Organization è stata fondata nel 1989 dal G7, su proposta del Giappone, e ne fanno parte 36 Paesi, tra cui l'Italia. La HFSPO finanzia la collaborazione intercontinentale e internazionale su temi di frontiera nel campo delle scienze della vita. L'obiettivo principale è la promozione di progetti di studio innovativi e il più possibile interdisciplinari. Da qualche anno sono finanziati progetti di base sui meccanismi complessi degli organismi viventi, spaziando da quelli molecolari e cellulari al mondo dei sistemi e delle scienze cognitive.
I finanziamenti annuali dell'Organizzazione ammontano a circa 60 milioni di dollari l'anno, a cui contribuisce per il 50% il Giappone.
Sono 5 le sezioni per cui vengono erogati i finanziamenti: progetti di ricerca, progetti presentati da giovani ricercatori, borse di studio triennali post-dottorato da spendere in paese straniero, borse di studio per dottori di ricerca in matematica, fisica, ingegneria e computer science che vogliano affrontare un addestramento in campo biologico, finanziamento per lo sviluppo della carriera riservati ai ricercatori che, al termine della borsa di studio triennale, desiderino rientrare nel loro Paese.






Redazione MolecularLab.it (06/05/2008)
Pubblicato in Analisi e Commenti
Tag: HFSPO, finanziamenti
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy