Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Individuate le staminali dell'apprendimento e della memoria

Neuroni


Neuroscienziati australiani hanno individuato una cellula staminale chiave nel cervello associata con l'apprendimento e la memoria, aprendo la strada a nuovi trattamenti per condizioni come ictus

Neuroscienziati australiani hanno individuato una cellula staminale chiave nel cervello associata con l'apprendimento e la memoria, aprendo la strada a nuovi trattamenti per condizioni come ictus e demenza. I ricercatori del Brain Institute dell'universita' del Queensland, il cui studio e' pubblicato nell'ultimo numero del Journal of Neuroscience, hanno scoperto per la prima volta come le cellule nervose nel cervello possono rigenerarsi. Nel progetto durato cinque anni, l'equipe guidata dal direttore dell'Istituto prof. Perry Bartlett ha identificato la cellula chiave nella regione dell'ippocampo, la formazione cerebrale con compiti connessi al controllo della memoria, e hanno osservato come la cellula staminale e' attivata per produrre nuovi neuroni.
Poiche' la produzione di neuroni rallenta con l'eta', scrive Bartlett, l'abilita' di assorbire informazioni nel cervello e di apprendere viene ostacolata. Questo e' evidente in persone che soffrono di demenza senile o di depressione, o che abbiano subito un ictus. Gli studiosi hanno scoperto come la stimolazione ambientale viaggia attraverso il sistema nervoso fino all'ippocampo e, se' e' sufficientemente forte, fa scattare l'emissione di molecole che stimolano le cellule staminali a produrre un gran numero di neuroni. La scoperta conferma il vecchio adagio 'use it or lose it' (usalo o perdilo), osserva Bartlett. E apre la strada allo sviluppo di farmaci per invertire o prevenire la demenza senile, una causa primaria di morte per uomini e donne. 'Riteniamo che la demenza senile sia una condizione fisiologica, non una malattia irreversibile come si e' finora pensato. Questa e' una svolta rivoluzionaria nella maniera in cui vediamo il cervello, la sua capacita' di ripararsi da solo e di riguadagnare le funzioni', conclude il neuroscienziato.


Fonte: Aduc (19/05/2008)
Pubblicato in Biochimica e Biologia Cellulare
Tag: memoria, neuroni, staminali, cervello
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy