Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Individuato meccanismo evolutivo dei virus influenzali e la zona geografica dove avviene

Civlo vitale virus influenza


Gruppo di ricerca internazionale, analizzando il genoma di 1032 ceppi dei virus H1N1 e H3N2, ha scoperto meccanismi che consentono di mutare e hanno identificato nel Sud-Est asiatico la loro “cu

E' stato identificato un importante meccanismo di evoluzione dei virus influenzali e anche la zona geografica dove questa evoluzione avviene.
La scoperta è stata fatta grazie al lavoro di due gruppi internazionali di ricercatori coordinati nel Global Influenza Surveillance Network dell'Oms che hanno analizzato il profilo genetico di un grande numero di ceppi virali dell'influenza raccolti nell'arco di molti anni.
La maggioranza dei ceppi virali che causano l'influenza si ritrovano solo negli uccelli, che ne sono il serbatoio naturale, mentre tre di questi (ceppi H1N1, H2N2 e H3N2) hanno causato delle epidemie umane di influenza A. Il virus H3N2 è il ceppo dominante ed è responsabile della maggioranza delle influenze invernali, mentre H1N1 è più raro.
Finora tuttavia i meccanismi di diffusione dei vari ceppi e dell'evoluzione dell'influenza A, erano poco conosciuti. Ora, i ricercatori, diretti da Edward Holmes della Pennsylvania State University, hanno analizzato i genomi di 1032 ceppi di virus H1N1 e H3N2 raccolti nell'arco di 12 anni nello Stato di New York e in Nuova Zelanda e hanno scoperto che i due ceppi seguono schemi specifici e sembrano essere in competizione tra loro, tanto che quando uno dei due si diffonde in modo efficace, l'altro si blocca. Inoltre H1N1 ha una diversità genetica minore se confrontato con H3N2. I virus dell'influenza A subiscono frequentemente scambi genici quando più ceppi virali infettano una singola persona. Questo permette al virus di acquisire nuova emoagglutinina, una proteina che facilita l'ingresso del virus nella cellula ospite. Ed è quest'ultimo meccanismo che rende spesso poco efficaci i vaccini influenzali. Edward Holmes spiega: “Non è tanto il fatto che l'emoagglutinina evolva il punto critico. E' come esse interagisce con il resto del genoma”.
Gli esperti hanno anche individuato le aree geografiche dove si evolvono i ceppi virali dell'influenza: “Sappiamo che ogni anno alle latitudini medio-alte dei due emisferi i ceppi si estinguono. Tuttavia da qualche parte devono sopravvivere e noi pensiamo che la zona di evoluzione si trovi ai tropici, e in particolare nel Sud-Est asiatico”. Gli autori riferiscono della ricerca su Nature, a firma di A. Rambault, e su Science a firma di Colin Russell.

Redazione MolecularLab.it (10/06/2008)
Pubblicato in Biochimica e Biologia Cellulare
Tag: H1N1, H2N2, H3N2, virus, influenza, pandemia
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Neuroni Specchio
Evento: Science & You
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy