Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Linfociti chimera contro il cancro

Linfociti T killer contro cellula cancerosa


Linfociti T geneticamente modificati sono in grado di riconoscere cellule del linfoma di Hodgkin e di ucciderle

I ricercatori del Baylor College of Medicine di Houston (Texas) stanno studiando dei linfociti T geneticamente modificati, trasformati in chimere, in grado di riconoscere immediatamente il linfoma di Hodgkin e di uccidere le cellule malate. Lo scopo ultimo di questo studio è riuscire a utilizzare queste cellule chimeriche per distruggere tutte le forme tumorali. Per ora i risultati sono molto promettenti.
Partecipa allo studio l'italiana Serena Kimi Perna, dell'Istituto San Raffaele di Milano, ora negli Stati Uniti grazie alla borsa di studio assegnatale in questi giorni dall'Associazione europea di ematologia e della Società americana di ematologia. “L'obiettivo futuro è fare di questa tecnica una nuova strategia anticancro” spiega la ricercatrice.
Già il prossimo anno, sarà richiesta alla Food and Drug Administration (Fda), l'autorizzazione per la sperimentazione umana, in modo da far iniziare i test dal 2010, sui pazienti affetti da linfoma Hodgkin.
Spiega Serena Kimi Perna: “Sono state create laboratorio delle chimere in grado di interferire con la crescita delle cellule tumorali”. Nel dettaglio, i linfociti T vengono modificati in modo che esprimano sulla loro superficie un recettore sensibile ad un antigene tumorale. In questo modo, i linfociti modificati riescono a riconoscere le cellule di una particolare forma tumorale. I ricercatori sperano di riuscire, un giorno, a prelevare le cellule immunitarie dei pazienti, modificarle geneticamente e reinfonderle. I linfociti così modificati sono in grado di trovare le cellule tumorali e distruggerle.
La ricercatrice ha spiegato: “Per ora si stanno svolgendo gli studi in vitro per raccogliere i dati preliminari necessari a pianificare una sperimentazione clinica. Stiamo lavorando per migliorare i linfociti in modo che raggiungano il tumore più velocemente”. Per ora gli esperti stanno lavorando sulle cellule tumorali prelevate dai pazienti, ma il lavoro è piuttosto complesso poiché le cellule tumorali in coltura sopravvivono difficilmente. Nel frattempo stanno iniziando i test sugli animali.

Redazione MolecularLab.it (18/06/2008)
Pubblicato in Biotecnologie
Tag: linfociti, Hodgkin, linfoma, sistema immunitario
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy