Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Trapianto sperimentale di cellule retiniche da feti

Occhio


Dal trapianto sembra efficace nei malati di retinite pigmentosa e degenerazione maculare, ma persistono problemi pratici ed etici riguardo l'origine delle cellule

Un trapianto sperimentale di cellule negli occhi di pazienti con scarsita' visiva ha consentito un miglioramento in molti di loro, sostengono dei ricercatori statunitensi. Ma un esperto britannico nega che sia stato un grande successo.

Cellule retiniche, prelevate da feti abortiti, sono state impiantate in dieci persone colpite da retinite pigmentosa e degenerazione maculare legata all'eta'. Lo studio che appare sulla rivista Usa American Journal of Ophthalmology indica che sette di loro hanno conseguito un miglioramento della vista, sebbene tuttora seriamente deteriorata.
La retinite pigmentosa e la degenerazione maculare senile sono le cause piu' comuni della cecita' nella vecchiaia, e comportando la distruzione graduale, per lo piu' irreversibile, delle cellule che ricevono la luce nella retina.
La tecnica
La tecnica utilizzata dall'equipe dell'Universita' di Louisville (Kentucky) consiste nell'impiantare cellule retiniche fetali, insieme a cellule che hanno la funzione di alimentarle, nella speranza che le nuove cellule uniscano i loro sforzi a quelli delle cellule esistenti per migliorare la vista nel suo insieme.
Secondo il responsabile del progetto, Norman Radtke, cio' che il suo gruppo ha appreso servira' a raffinare il metodo e a ottenere maggiori prove che i trapianti possono essere una terapia percorribile per la malattia degenerativa della retina. Ha poi spiegato che il test della vista non ha mostrato cambiamenti in tre casi, mentre negli altri c'e' stato un leggero progresso. In un caso, il miglioramento e' durato sei anni dopo l'intervento, quando l'altro occhio del paziente continuava a peggiorare. Tuttavia, si e' trattato di progressi modesti e la vista e' rimasta al di sotto della qualita' normale.
Problemi etici
Ma Pete Coffey, dello University College London Institute of Ophthalmology, ha obiettato che i risultati non dimostrano un miglioramento significativo della vista. "Non posso dire che sia stato un successo, tranne il fatto che le cellule non hanno provocato reazioni immunitarie nei soggetti". Ha sostenuto che nessuno e' riuscito a realizzare un trapianto completo e accertato, cio' che lui avrebbe descritto come il "santo graal" in campo oftalmico. Inoltre giudica l'uso di cellule fetali poco pratico, sia per ragioni etiche sia per la loro scarsita'. "A differenza di una linea di cellule staminali, ogni volta che fossero necessarie nuove cellule, si dovrebbe ricorrere a un altro feto".

Fonte: Aduc (04/09/2008)
Pubblicato in Medicina e Salute
Tag: retinite pigmentosa, macula, cevita, occhio, vecchiaia
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy