Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

L'apprendimento subliminale è una realtà

Cervello


Sofisticate indagini strumentali confermano l'esistenza dell'apprendimento in assenza di elaborazione conscia dei concetti

I ricercatori del Wellcome Trust Centre for Neuroimaging presso l'University College di Londra hanno dimostrato, grazie a sofisticate tecniche di visualizzazione cerebrale, modellazione computazionale e mascheramento percettivo, che è possibile realizzare un apprendimento finalizzato a uno scopo di ricompensa senza la contestuale presenza di processi consci.
Si parla cioè di apprendimento subliminale, di cui da quasi un secolo si parla, ma del quale finora non era stata dimostrata in modo inequivocabile l'esistenza.
Mathias Pessiglione, che firma un articolo sulla ricerca pubblicato sull'ultimo numero della rivista "Neuron", afferma che "Spesso le persone affermano che la loro intuizione porta a decisioni migliori di un ragionamento consapevole.
Questa affermazione può essere in relazione ad un apprendimento associativo subconscio basato su segnali subliminali presenti in una certa situazione."
Per fare un esempio si può pensare ad un esperto giocatore di poker che vince grazie a una associazione appresa fra esiti in termini di vincita delle giocate e manifestazioni comportamentali subliminali degli avversari.
Per comprendere il fenomeno un gruppo di volontari è stato sottoposto a test nei quali venivano creati indizi visivi, alcuni dei quali apparivano "mascherati" ma potevano essere utili a ottenere una ricompensa. Pessaglione ha spiegato "abbiamo pensato che se i soggetti non erano in grado di percepire una differenza fra i diversi indizi mascherati, sarebbero stati incapaci di costruire una rappresentazione conscia degli esiti connessi a tali indizi".
Ai test è stata associata la scansione in risonanza magnetica funzionale del cervello dei soggetti per studiare gli specifici circuiti cerebrali collegati al condizionamento subliminale.
Pessaglione ha notato che "Lo striato ventrale risponde sia a indizi subliminali sia agli esiti visibili in un modo che approssima strettamente il nostro algoritmo computazionale, esprimendo i valori aspettati di ricompensa e la predizione degli errori. Ne concludiamo che anche senza l'elaborazione conscia degli indizi contestuali, il nostro cervello può apprendere il loro valore di ricompensa e sfruttarli per indirizzare il processo decisionale".

Redazione MolecularLab.it (12/01/2009)
Pubblicato in Medicina e Salute
Tag: apprendimento, subliminale, insegnamento
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy