Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Un vaccino per chiudere la porta all'HIV

Virus HIV in fase di inclusione


Il nuovo vaccino mira a bloccare la proteina p17, espressa dalle cellule infettate, il cui ruolo è facilitare la penetrazione del virus nelle cellule sane

In Italia è stato sviluppato un nuovo vaccino terapeutico contro l'HIV, cioè da impiegarsi nelle persone sieropositive allo scopo di rallentare la diffusione del virus nel corpo rendendole portatrici sane. L'obiettivo di questo nuovo farmaco, presentato nell'ambito di un convegno che ha visto la partecipazione, tra gli altri, di Robert Gallo, virologo americano di origini calabresi e Arnaldo Caruso, ordinario di microbiologia all'università di Brescia, è di impedire al virus la penetrazione nelle cellule umane.
Il vaccino è risultato non tossico ed efficace, superando così la fase preclinica, e dovrebbe essere sperimentato nei prossimi mesi all'Istituto delle malattie infettive dell'università di Perugia e nei centri di Milano, Torino e Brescia.
Caruso spiega il ruolo della proteina p17 "La proteina viene rilasciata dalle cellule infette promuovendo la proliferazione del virus e la sua diffusione all'interno dell'organismo.
Il virus dopo aver legato la cellula bersaglio ed essere penetrato al suo interno, inizia a replicare e la cellula infettata produce grandi quantità di proteine virali che, in parte, andranno a formare nuovi virus e, in parte, verranno rilasciate nel microambiente extracellulare"
La proteina p17, interagendo con una molecola espressa sulla superficie di altre cellule bersaglio del virus Hiv, le attiva rendendole più suscettibili all'infezione e le predispone a sostenere una ottimale replicazione virale.
Caruso spiega ancora "Se questa proteina venisse a mancare il virus troverebbe un numero nettamente inferiore di cellule attive e, quindi, capaci di sostenerne la replicazione"
Introducendo nell'organismo la porzione attiva della p17, resa in grado di promuovere la formazione di anticorpi specifici, si otterrà la chiusura delle "porte" delle cellule potenzialmente attaccabili, facilitando la convivenza dell'organismo con il virus stesso.
Mentre prosegue la ricerca, possibile grazie al supporto di Medestea and Production Research di Torino e il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, dagli Stati Uniti arriva l'incoraggiante notizia dell'individuazione di una nuova componente virale che può essere attaccata con anticorpi specifici quindi target di un potenziale vaccino.
La ricerca, coordinata da Dennis Burton dello Scripps Research Institute di La Jolla, è stata presentata sulla rivista Science. Per giungere a questo risultato si è lavorato su campioni di sangue di 1.800 persone al fine di identificare un "punto debole" del virus che rimanga stabile e quindi guidi gli anticorpi nella loro caccia al nemico, nonostante l'alto tasso di mutazioni cui incorre il virus HIV.

Redazione MolecularLab.it (13/10/2009)
Pubblicato in Biochimica e Biologia Cellulare
Tag: p17, HIV
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Dossier Aiuta la RicercaWorld Community Grid per aiutare la ricerca scientifica
Aiuta la ricerca scientifica!
Cancro, AIDS, SARS, malaria:
Il modo diretto e facile per lo sviluppo di nuove cure.
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy