Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

L'autismo negli adulti


L'1 % della popolazione adulta è risultato affetto da un disturbo dello spettro autistico ma non gli è mai stato diagnosticato

La maggior parte dei casi di adulti affetti da autismo in Inghilterrra nel Regno Unito non sono diagnosticati e ignorano totalmente di avere questa malattia, è quanto afferma una nuova ricerca europea.

Lo studio, pubblicato sulla rivista General Psychiatry, ha inoltre scoperto che l'autismo è più comune nei maschi, in particolare quelli che non hanno un'istruzione superiore e quelli che vivono in strutture di accoglienza.

La ricerca, realizzata da ricercatori del Regno Unito, ha usato dati di uno studio generale sulla popolazione del 2007 sull'autismo in età adulta condotto dal team. Tale studio ha avuto la forma di un'indagine epidemiologica in due fasi su 618 persone.

Nessuna delle persone cui è stato riscontrato l'autismo aveva idea di essere autistico o aveva avuto una diagnosi ufficiale di autismo o sindrome di Asperger.

Usando la soglia raccomandata di un punteggio di 10 o più nell'ADOS (Autism Diagnostic Observation Schedule), l'1% della popolazione adulta è risultato affetto da un disturbo dello spettro autistico. Questo valore corrisponde alle statistiche esistenti sulla prevalenza della malattia tra i bambini, di appunto circa l'1 %: il che significa che il tasso in età adulta non è più alto rispetto a quello infantile.

"È molto preoccupante che nessuno dei casi che abbiamo confermato, usando rigorosi metodi di valutazione diagnostica, fosse a conoscenza di avere questo disturbo o avesse avuto una diagnosi ufficiale," spiega il dottor Traolach Brugha dell'Università di Leicester, autore principale dello studio.

Sottolinea però che questi casi erano per la maggior parte relativamente lievi, soltanto alcuni erano gravi.
"Sappiamo che l'autismo grave, in particolare se accompagnato da disabilità di apprendimento, ha molte più probabilità di venire riconosciuto."

Sebbene lo studio mostri persone cui il disturbo non viene diagnosticato, gli autori sottolineano di non aver trovato alcuna prova di un aumento nel numero di persone affette dalla malattia, smentendo il recente timore di un'"epidemia di autismo".

Visto che i tassi di autismo sono risultati simili nelle persone di 16 e di 80 anni di età, questo suggerisce che il numero di persone che sviluppano la malattia non è cambiato molto nel corso degli ultimi 80 anni. Se il tasso di autismo fosse in aumento, i tassi sarebbero molto più bassi negli adulti più anziani e più alti nei bambini e nei giovani.

Il dottor Traolach Brugha aggiunge: "In generale, i nostri risultati suggeriscono che l'incidenza non è né in aumento né in diminuzione nel tempo. Questo sostiene l'interpretazione secondo la quale i metodi di accertamento sono cambiati nei recenti studi sui bambini rispetto agli studi più datati nei quali i tassi riportati erano considerevolmente più bassi."

Gli autori dello studio spiegano che l'autismo di sviluppa in conseguenza di diversi fattori genetici e ambientali che rimangono invariati; quindi qualsiasi cambiamento nei livelli di autismo nella popolazione riflette una migliore valutazione e diagnosi piuttosto che un fattore ambientale. L'idea dell'"epidemia di autismo" può essere spiegata da una maggiore conoscenza della sindrome.

La mancanza di un collegamento tra autismo ed età è coerente con la teoria secondo la quale non c'è stato un aumento di incidenza e che le cause rimangono costanti.

Poiché gli adulti autistici hanno maggiori probabilità di essere vittime di esclusione sociale, la ricerca sulla diagnostica di questo disturbo è fondamentale per tendere la mano a questi malati dimenticati dalla comunità.

Redazione MolecularLab.it (25/05/2011)
Pubblicato in Medicina e Salute
Tag: autismo
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy