Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

L'UE vieta l'utilizzo di staminali embrionali umane nella formulazione dei farmaci

Blastocista


La sentenza della Corte di Giustizia boccia la richiesta di brevetto di un trattamento contro il Parkinson che prevedeva l'utilizzo di embrioni umani

Il 19 dicembre del 1997 il ricercatore tedesco Oliver Brustle aveva brevettato un trattamento che prevedeva l'impiego di cellule staminali embrionali a cinque giorni dalla fecondazione.
Il medicinale ottenuto da staminali embrionali allo stadio di blastociti delle cellule progenitrici neurali, isolate e depurate, era in grado di combattere il morbo di Parkinson.
Appena la notizia si era diffusa, Greenpeace fece ricorso e così l'Ufficio Brevetti della Germania annullò la registrazione del brevetto, scatenando la replica legale di Brustle.
La Corte Europea si esprime solo ora e dichiara: "Sin dalla fase della sua fecondazione qualsiasi ovulo umano deve essere considerato come un embrione umano, dal momento che la fecondazione è tale da dare avvio al processo di sviluppo di un essere umano; inoltre, deve essere riconosciuta questa qualificazione di embrione umano anche all'ovulo umano non fecondato in cui sia stato impiantato il nucleo di una cellula umana matura e all'ovulo umano non fecondato indotto a dividersi e a svilupparsi attraverso partenogenesi".
La Corte di Giustizia fa riferimento alla direttiva 98/44/ce sulla 'Protezione giuridica delle invenzioni biotecnologiche': può essere oggetto di brevetto un'applicazione riguardante l'embrione umano che abbia finalità terapeutiche o diagnostiche utili all'embrione stesso, mentre si esclude qualsiasi possibilità di ottenere un brevetto per un procedimento che pregiudichi il rispetto dovuto alla dignità umana.
Le opinioni del mondo scientifico si dividono in difesa del ricercatore tedesco e a favore della sentenza dell'UE.
Secondo il direttore dell'Istituto di Bioetica dell'Università cattolica di Roma, Antonio Spagnolo è una sentenza a lungo auspicata e da accogliere con profonda soddisfazione perchè riporta "alla ribalta la questione etico-giuridica dello statuto dell'embrione".
A favore della sentenza anche Bruno Dallapiccola, genetista e direttore scientifico dell'Ospedale Bambino Gesù di Roma, che dichiara: "Quella dell'UE è una decisione di buon senso: ci sono evidenze scientifiche che nel momento in cui l'ovulo incontra lo spermatozoo iniziano già delle modifiche chimiche che danno inizio alla vita, e quindi l'embrione fin da subito deve essere considerato come una vita umana.
Inoltre non si può brevettare una cosa che ha creato la natura".
Al contrario Carlo Alberto Redi, genetista dell'Università di Pavia, pensa che la decisione della Corte di giustizia sia il frutto di un pregiudizio sbagliato e di un'etica falsa. "Ci sono due errori fondamentali in questa visione: innanzitutto l'embrione ottenuto per trasferimento nucleare non ha nessuna possibilità di svilupparsi; in secondo luogo, in tutta Europa ci sono embrioni congelati destinati ad essere distrutti e neanche l'etica cattolica può essere d'accordo nel preferire che vengano gettati piuttosto che usati per la ricerca" ha dichiarato Redi, sostenendo inoltre che la sentenza spingerà solo i ricercatori a trasferirsi in Paesi più tolleranti come l'India, il Brasile o gli USA.

Redazione MolecularLab.it (19/10/2011)
Pubblicato in Medicina e Salute
Tag: blastocisti, embrioni, brevetto, parkinson, staminali embrionali
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Neuroni Specchio
Evento: Science & You
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy